La misura precauzionale presa dalla stessa cooperativa

Coop Firenze: ritirato il ‘Girellone farcito’ del Forteto. Conterrebbe batteri pericolosi per l’uomo

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
unicoop-

unicoop-

FIRENZE – A seguito delle verifiche eseguite è stato disposto il ritiro “precauzionale” per un prodotto della Cooperativa agricola Il Forteto di Vicchio, il ‘Girellone Farcito’ in vendita fino a qualche giorno fa nei banchi della gastronomia di alcuni Centri commerciali della Coop.

La decisione, spiega la stessa Cooperativa agricola in una nota, è stata presa quando le “analisi di routine, eseguite in regime di autocontrollo presso lo stabilimento di produzione” hanno evidenziato in un lotto del prodotto caseario la presenza del batterio Listeria, un batterio pericoloso per l’uomo. I controlli vengono eseguiti secondo la “procedura codificata nel rispetto delle norme vigenti in materia, a cui tutti i produttori sono tenuti”.

Il ‘Girellone farcito’, spiega ancora Il Forteto, è un formaggio a base di pasta filata (mozzarella) farcito con prosciutto cotto e olive. “Il lotto di cui è stato disposto il ritiro è composto da n. 28 pezzi per un totale di circa 21 kg. In parte già rientrati”. Sono in corso ulteriori e approfondite indagini sul lotto ritirato che proseguiranno fino alla data di scadenza, atte a verificare l’effettivo rischio per la salute dei consumatori. In alcuni punti vendita di Unicoop Firenze la notizia del ritiro del prodotto è stata resa nota con dei cartelli. Secondo la Cooperativa agricola si tratta comunque di un episodio isolato, cosa “confermata dalla totale assenza del batterio Listeria negli altri formaggi a pasta filata prodotti il medesimo giorno, nello stesso turno produttivo e identificati con il medesimo lotto – conclude la nota -. Si tratta di nove tipi di prodotto diversi a base di pasta filata, tutti sottoposti ad analisi di routine per la ricerca del batterio
Listeria. Inoltre non è stata riscontrata presenza del patogeno nel Girellone Farcito prodotto nel turno di produzione
successivo”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.