Conte non vuol rischiare di giocarsi tutto con la Norvegia

Euro 2016: Azerbaigian-Italia (stasera alle 18, diretta su RaiUno), azzurri senza Pirlo. Devono vincere per qualificarsi

di Ernesto Giusti - - Sport

Stampa Stampa
Graziano Pellè

Graziano Pellè

BAKU – Qualificarsi subito. Antonio Conte vuole vincere in Azerbaigian per non avere problemi martedì, nell’ultima gara di qualificazione agli Europei contro la Norvegia. Infatti dice: ”Giocarsi il posto per Euro 2016 martedì all’Olimpico contro la Norvegia sarebbe pericoloso: voglio un’Italia determinata domani contro l’Azerbaigian. La priorità assoluta e’ la qualificazione, e dobbiamo ottenerla ora”. Nell’avveniristico stadio Olimpico di Baku, davanti a 60 mila spettatori e al loro orgoglio nazionale, il primo di due match ball, l’Italia se lo gioca senza Pirlo. Lo ha definitivamente fermato una lieve contrattura nel primo allenamento a Baku, probabile in ogni caso che non avrebbe giocato lo stesso.

Questo dicono i bassi ritmi della sua ultima prestazione azzurra, e quelli per converso frenetici di una nazionale avversaria rinfrancata dall’arrivo in panchina di Prosinecki. In campo ci sarà un solo campione del mondo, Buffon, e per lanciare davvero il made in Italy come si propone la nazionale in missione diplomatica a Baku servirà mettere da parte tradizione e blasone e ‘pedalare’, per dirla col ct-lavoratore. Da grandi elettori delusi del Platini candidato alla Fifa, Azerbaigian e Italia rinunceranno alla prevista presenza del presidente Uefa in tribuna, visti gli ultimi scandali. Conte non si sarebbe comunque fatto distrarre, se non ci riescono da una parte le turbolenze con i club (”dissi che ero solo un anno fa, era il momento giusto: ora mi concentro su altro, su energie positive per qualificarci. Non ho bisogno di polemiche”) e dall’altra le ripetute offerte di prolungamento di Tavecchio.

”Non penso al dopo 2016, perche’ la priorità assoluta è qualificarci, e poi giocare un buon Europeo: ci sarà il momento di parlarne”, dice il ct, lusingato degli attestati di stima della Federcalcio. Da parte sua, lui ne riserva all’Azerbaijan, fosse anche solo per togliere cali di tensione alla sua Italia e dribblare qualunque domanda sulle scelte di formazione: ”Dubbi? Un solo dubbio non nutro: saremo pronti”. Serve vincere per la matematica certezza del pass in Francia, un pari potrebbe bastare ma aspettando cosa fa poi la Croazia in casa con i bulgari tre ore dopo.

Tredici anni fa, per la prima assoluta in Azerbaigian, sulla panchina azzurra c’era Trap che ora fa il telecronista e Baku era una città povera. Ora il boom economico l’ha trasformata in una fiammante metropoli, capitale caucasica di tutti gli investitori di petrolio e gas. Indicatori economici e progressi calcistici però non vanno di pari passo. Così il calcio azero ha guadagnato trenta posizioni in un anno, ma resta al posto numero 105 nel mondo. Però, segnalano in coro Conte e Buffon, hanno mille motivi per uscire con orgoglio dalla sfida. “Non hanno nulla da perdere, e basta vedere come hanno festeggiato lo 0-0 col quale hanno fermato la Croazia”, ricorda Conte. A chi invece, tra i media locali, gli ricorda che l’azzurro non conosce sconfitta in partite ufficiali da 48 partite, Conte risponde con un sorriso da scongiuro. E si rituffa sul pensiero di che Italia sarà domani. Con un probabile centrocampo a tre Parolo-Verratti-Florenzi rinforzato da Candreva, e una coppia d’attacco Pellè-Eder. ”In ogni caso, voglio un’Italia brava a incanalare da subito la partita”. Ovvero: direzione Parigi.

 

Probabili formazioni

 

AZERBAIGIAN (4-5-1): 1 Agayev, 2 Dashdamirov, 5 Huseynov, 14 Sadygov, 3 Medvedev, 7 Armiguliyev, 4 Garayev, 18 Israfilov, 10 Ismailov, 11 Nazarov, 9 Kurbanov (12 A. Mammadov, 6 Gulyev, 8 Sadigov, 13 Abishov, 16 Haiyev, 23 Mirzabeckov, 15, Pashayev, 19 Erat, 17 A. Sadigov, 21 Jafarov, 22 E. Mammadov, 20 Nazirov). All. Prosinecki

ITALIA (4-3-3): 1 Buffon, 2 Darmian, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 4 De Sciglio, 18 Parolo, 20 Verratti, 16 Florenzi, 6 Candreva, 9 Pellè, 11 Eder (12 Sirigu, 5 Barzagli, 14 Ranocchia, 5 Santon, 21 Bonaventura, 8 Bertolacci, 22 Soriano, 18 Montolivo, 15 El Shaarawy, 10 Giovinco, 7 Zaza, 13 Padelli). All. Conte

Arbitro: Collum (Sco)

 

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.