Era previsto il 21 ottobre. Intesa su 18 punti. Niente geolocalizzazione

Firenze, taxi: sciopero revocato, raggiunto l’accordo col Comune

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
Taxi a Firenze

Taxi a Firenze

FIRENZE – I tassisti fiorentini hanno revocato lo sciopero proclamato nei giorni scorsi per mercoledì 21 ottobre, dopo l’annuncio di 100 nuove licenze da parte del Comune, la cui delibera andrà all’approvazione del Consiglio comunale lunedì prossimo 12 ottobre. E’ stata ora raggiunta un’intesa con Palazzo Vecchio. A renderlo noto il presidente di Uritaxi Toscana, Claudio Giudici. L’intesa, si legge in una nota, riguarda 18 punti.

Tra questi «l’eliminazione della geolocalizzazione come mezzo di controllo dei flussi di lavoro» che viene sostituita da una «semplice comunicazione tra l’amministrazione e le cooperative taxi fiorentine dei contingenti in opera»; «l’effettività della lotta a tutte le forme di abusivismo, tra cui anche l’esposizione del tariffario taxi nelle strutture ricettive» e «l’effettività degli interventi capaci di agevolare la fluidità della mobilità pubblica».

Per superare il contenzioso tra l’amministrazione comunale e le cooperative dei tassisti, l’intesa prevede inoltre «la riduzione dei taxi temporanei da acquistare per le cooperative, da 44 a 34, ma distribuiti su due turni (dunque per un totale ‘operativo’ di 68 unità)».

Ancora tra i 18 punti «il riconoscimento dell’aggiornamento tariffario Istat maturato». Giudici sottolinea che «dopo quasi quattro giorni di intensa agitazione, oggi la dignità dei nostri lavoratori è stata finalmente riconosciuta, grazie all’intervento del sindaco Dario Nardella nella trattativa e l’accettazione del positivo apporto delle rappresentanze sindacali alla stessa, che ha portato gli ormai famosi 12 punti a diventare 18».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.