Stamani la prima udienza

Prato, ricatta un prete: «Dirò tutto sui nostri rapporti». A processo per estorsione

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

L'udienza al tribunale di Arezzo, la donna ha patteggiato due anniPRATO – Un cittadino marocchino di circa 50 anni è a processo con le accuse di estorsione e tentata estorsione nei confronti di un sacerdote pratese. Il procedimento è cominciato stamani 12 ottobre al tribunale di Prato.

I fatti risalgono al 2010 e al 2011, anni in cui il magrebino si sarebbe reso responsabile di richieste di denaro al prete dietro il ricatto di rivelare pubblicamente alcune presunte dinamiche legate a rapporti personali e intimi fra i due.

Il sacerdote avrebbe deciso di sporgere denuncia dopo che i ricatti si erano fatti sempre più pressanti, nonostante il pagamento di circa 2 mila euro da parte sua al 50enne. Al centro dell’udienza di stamani la testimonianza del sacerdote. Né lui, né la curia si sono costituiti parte civile. L’imputato è contumace.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.