La denuncia dell'Associazione Rondinella del Torrino

Firenze: volontario aggredito a bastonate mentre ripulisce gli argini dell’Arno

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

L'Arno in piena agli UffiziFIRENZE – Nemmeno i volontari che si mettono al servizio della collettività possono stare tranquilli. “Più controlli delle forze dell’ordine” lungo le sponde del fiume Arno  chiede la mitica associazione ‘Rondinella del Torrino’, nel lungarno Soderini, dopo che nelle scorse settimane un socio del circolo è stato aggredito a bastonate mentre puliva gli argini del fiume.

“Sarebbe bene che le forze dell’ordine passassero di qui”, afferma il presidente del circolo, Roberto Ciulli. “La loro presenza – continua – farebbe capire ai malintenzionati che le sponde dell’Arno non sono un posto per loro”. Nelle settimane scorse un socio del circolo, bancario di 61 anni, è stato aggredito da un uomo e una donna mentre effettuava lavori di pulitura lungo gli argini. I due lo hanno immobilizzato e colpito ripetutamente con un bastone, causandogli la frattura di sei costole e un lieve trauma cranico.

Il 61enne, che a seguito del pestaggio ha perso conoscenza, è stato soccorso da alcuni passanti. Curato dai sanitari del 118, è stato portato in ospedale dove è rimasto ricoverato per alcuni giorni. I due aggressori sono fuggiti prima dell’arrivo dei carabinieri. Secondo quanto emerso, l’aggressione è scaturita per futili motivi. Il socio del circolo, che stava effettuando lavori di manutenzione dell’argine a titolo volontario, avrebbe risposto ad una provocazione dei due, infastiditi dalla sua presenza.  Il volontario si sarebbe avvicinato alla coppia, e a questo punto sarebbe scattato il pestaggio. L’uomo, descritto come giovane e dalla corporatura robusta, ha raccolto un bastone da terra e lo ha colpito ripetutamente fino a fargli perdere conoscenza.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.