Venerdì 16 ottobre alle 22

Firenze: alla Sala del Rosso si canta Britten

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
il soprano Letizia Dei e la pianista Chiara Saccone

il soprano Letizia Dei e la pianista Chiara Saccone

FIRENZE – Ha riaperto la Sala del Rosso, che già nella scorsa stagione aveva offerto diversi concerti jazz. Da quest’anno la la programmazione della sala concerti è affidata al critico musicale Paolo Carradori, specialista, oltre che di jazz, di musica colta contemporanea. Il risultato di vede subito: nel concerto di venerdì 16 eseguono due bei lavori del grande compositore inglese Benjamin Britten (1913-1976), le «Cabaret Songs» (1930) e i «Seven Sonnets of Michelangelo» (1940), occasionate da un amore infelice le prime e scritti per il grande amore della sua vita i secondi.

Le «Cabaret Songs» furono commissionate dalla compagnia teatrale sperimentale The Group Theatre, di cui facevano parte il poeta W.H. Auden (con cui Britten ebbe una tormentata relazione giovanile) e la cantante Hedli Anderson, che rimarrà tra le più celebri interpreti di questo lavoro. Britten, pur restando fedele alla “forma canzone”, riesce a inserire elementi tipici della sua sensibilità musicale, e mentre le commedie nelle quali le canzoni erano inserite hanno perso il loro appeal nel tempo, le «Cabaret Songs» sono diventate un ever green. Della commedia mantengono la teatrale leggerezza contrapposta alla efficacia delle parole di Auden.
I «Seven Sonnets» sono un vero e proprio tributo a Michelangelo poeta. Britten segue la musicalità delle parole italiane, italianizzando quindi anche la sua scrittura musicale che si basa in questa composizione sul principio della melodia accompagnata; l’autore si lascia guidare da una vocazione belcantistica temperata dalla grande ricchezza armonica della parte pianistica e dalla sapienza costruttiva che rende coerente il contenuto di ogni singolo sonetto, creando al tempo stesso connessione fra le sette liriche. Sarebbero ovviamente scritte per la voce di tenore (quella dell’amato Peter Pears), ma riescono bene anche per soprano.

La Sala del Rosso (Via di Badia a Ripoli,5 – Firenze; 345 825 3448) – info@lasaladelrosso.it

Venerdì 16 ottobre, ore 22

Concerto 12 euro inclusa consumazione (consigliata la prenotazione) – buffet + concerto 20 euro (prenotazione obbligatoria; inizio ore 20)

 

Tag:

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.