Stime al rialzo

Toscana, castagne: produzione in crescita del 50%

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
La Castagna del Monte Amiata, tra i prodotti Dop e Igp toscani

La Castagna del Monte Amiata, tra i prodotti Dop e Igp toscani

FIRENZE – Segnali di speranza per la castanicoltura toscana, che appare sulla via della «guarigione» dopo anni molto difficili. Rispetto al 2014 ci sarà quest’anno il 50% in più di castagne nella nostra regione. A sostenerlo sono Coldiretti Toscana e l’associazione nazionale Città del castagno.

«La lotta al cinipide – si spiega – inizia a dare i primi buoni frutti e dopo quattro anni orribili con la produzione che si è progressivamente ridotta fino quasi ad azzerarsi, le previsioni e i primi segnali sono incoraggianti anche se sono ancora lontani i bei tempi in cui i 16 mila ettari di castagneti da frutto regalavano fino 24 mila tonnellate fra marroni e castagne».

L’introduzione dell’antagonista naturale del cinipide galligeno, il torymus sinensi, sta dando già ottimi risultati. – spiega Tullio Marcelli, presidente Coldiretti Toscana – I primi riscontri sono incoraggianti. E’ un’annata inaspettata che rimette in moto un’economia molto importante che produce un’integrazione al reddito decisiva per la stabilità delle aziende agricole. La castanicoltura ha permesso a molte generazioni di sopravvivere in passato e lo sta facendo ancora tutto oggi».

Semmai quest’anno, dalla Lunigiana alla Garfagnana passando per l’Amiata e il Mugello, regno del grande marrone Igp, e Caprese Michelangelo, nell’aretino, a fare paura più che il cinipide, è il Gnomo Gnosis, un fungo che rende il frutto nero di muffa ed immangiabile. Gli attacchi sono per ora – rassicura Coldiretti – limitati e circoscritti.

La Toscana, ricorda infine Coldiretti, è in cima alla vetta per la qualità con 5 tipi di castagne e derivati: il Marrone del Mugello Igp, il Marrone di Caprese Michelangelo Dop, la Castagna del Monte Amiata Igp, la Farina di Neccio della Garfagnana Dop e la Farina della Lunigiana Dop.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.