Le interviste di Napoli-Fiorentinai

Paulo Sousa: «Bravi i miei ragazzi. Abbiamo perso solo per colpa degli episodi»

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Stampa Stampa
Nenad Tomovic torna in gruppo: si ferma invece Savic

Nenad Tomovic, errore fatale sul primo gol del Napoli

NAPOLI – Paulo Sousa ha la faccia soddisfatta. Magari è dispiaciuto dal doppio errore difensivo che ha spianato la strada al successo del Napoli, ma la Fiorentina gli è piaciuta anche al San Paolo, nonostante abbia perso (2-1) la seconda partita del campionato.

DISATTENZIONE. Peccato per quegli errori sui due gol. «La disattenzione fa parte del gioco. Gli errori individuali ci sono stati e li abbiamo pagati cari. Gli episodi sono stati sfavorevoli, ma sono orgoglioso dei ragazzi per la performance. L’avversario era molto difficile, lo è diventato ancor di più perché la palla su questo campo rimbalzava tantissimo: c’era tanta umidità. Ma abbiamo lottato fino in fondo. Costruendo un buon gioco e con buona intensità: sono molto contento perché abbiamo cercato anche di vincere».

ATTENZIONE. Cosa serviva allora per evitare il ko? «Dobbiamo crescere dal punto di vista dell’anticipo di qualsiasi problema, prevederlo prima. La velocità ci mette sempre in difficoltà: se abbiamo un angolo di passaggio aperto dobbiamo chiudere subito dalla linea centrale. Ripeto: è stata solo questione di dettagli nelle transizioni difensive. Poi Reina è stato bravissimo in almeno due circostanze».

ATTACCO. Kalinic a parte, però i viola in fase offensiva sono mancati: perché Babacar e non Rossi? «Baba è un giocatore importante anche sul piano fisico, ho scelto lui perché poteva darci centimetri e forza. Non dimentichiamo che Alonso ha avuto un fastidio muscolare, costringendosci ha un cambio strutturale, ma non volevamo rischiare nulla».

ILICIC. Ma Ilicic serviva forse dall’inizio? «Già in nazionale ho visto la partita e lui ha fatto un po’ di fatica. Abbiamo avuto 3-4 giorni di lavoro, ho cercato di capire. Credevo che Bernardeschi fosse importante giocando di spalle, anche dal punto di vista fisico, infatti ha avuto subito una palla gol. Poi non è stato più brillante e scattante e allora l’ho tolto».

TOMOVIC. Magari andava tolto anche Tomovic… «Non abbiamo avuto particolare attenzioni su qualche giocatore o zona, è vero, ma sul primo gol è stato bravo Hamsik, lo stesso Insigne. Purtroppo “Tomo” non ha chiuso bene ma può di sicuro succedere. Faccio i complimenti comunque a tutti: bravissimi anche i direttori di gara. Altissima la qualità arbitrale di Banti e dei suoi collaboratori».

HIGUAIN. Belle parole, quelle di Paulo Sousa, ricambiate anche dagli avversari. Il miglior complimento arriva forse da Higuain: «Era una partita importantissima per noi e per la classifica. La verità è che la Firoentina è una grande squadra e per vincere abbiamo dovuto dare davvero tutto. Obiettivi? Manca tantisssimo, adesso dobbiamo migliorare giornata dopo giornata».

Tag:, ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.