Troppo pochi i cittadini che si cautelano

Firenze, vaccino contro la meningite. L’Asl a genitori e ragazzi: «Fatelo al più presto»

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

vaccino

FIRENZE – L’Asl si preoccupa per la scarsa diffusione delle vaccinazioni e ha inviato una lettera a genitori e studenti delle scuole medie e superiori in cui spiega che «la possibilità del batterio di circolare è tanto più bassa quanto più numerosi sono i soggetti vaccinati, per questo è molto importante che vi sia la massima adesione alla vaccinazione».

Genitori e ragazzi sono invitati a prenotare la vaccinazione antimeningococcica quadrivalente A, C, W, Y al Cup all’840.003.003 da telefono fisso, o al 199.175.955 da cellulare, oppure on line sul sito internet Asf Toscana o infine, direttamente nei presidi della Asl o nei punti di prenotazione del Cup. La lettera spiega che la vaccinazione può essere effettuata sempre gratuitamente anche dal proprio medico di medicina generale o dal pediatra di famiglia aderenti alla campagna vaccinale. Il vaccino viene offerto gratuitamente oltre che ai 68 mila utenti compresi fra gli 11 e i 20 anni, anche alle oltre 226.000 persone comprese fra 21 e 45 anni.

A tutti quelli fra i 18 e i 20 anni di cui la Asl conosce il numero di cellulare viene inoltre inviato un sms che dice: «Azienda sanitaria Firenze ricorda vaccinazione gratuita cittadini 11-45 anni contro Meningococco C. Prenota 199175955 mobile, 840003003 fisso».

Nei 15 ambulatori dell’Azienda sanitaria di Firenze sparsi nel territorio fiorentino, il Cup è in grado di dare, entro pochi giorni, un appuntamento per effettuare gratuitamente il vaccino tetravalente contro il meningococco, ovvero sia quello valido per il ceppo C oltre che per i ceppi A, W e Y, alla popolazione compresa tra gli 11 e i 20 anni verso la quale la Regione Toscana ha promosso una forte campagna di sensibilizzazione, rivolta anche ai soggetti fino ai 45 anni. Certo non necessariamente in quello più vicino a casa, ma con la possibilità di iniziare la vaccinazione in tempi congrui. Ogni giorno, infatti, il Cup fornisce 350 appuntamenti in media.

Raccogliendo tuttavia l’appello della Regione a promuovere la strategia per la prevenzione delle malattie causate da meningococco, la Asl 10 ha deciso di prendere accordi con l’Ufficio scolastico provinciale per inviare una lettera ai genitori degli alunni di tutte le scuole medie e superiori presenti nel proprio territorio per spiegare loro l’importanza di fare la propria parte nella lotta alla diffusione di un batterio pericolosissimo per sé e per gli altri. L’obiettivo è di raggiungere tutti i 68 mila individui circa, residenti nel territorio della Asl fiorentina ed in età compresa fra gli 11 e i 20 anni. E’ probabile perciò che la lettera giunga anche a quanti hanno già fatto il vaccino, che secondo le prime stime dovrebbero essere meno di un terzo.

Finora la farmacia della Asl 10 ha distribuito nei presidi o a medici e pediatri 58 mila dosi di vaccino antimeningococco quadrivalente e si calcola che complessivamente ne siano stati fatti 34 mila. Oltre 25 mila dosi sono in programma per essere impiegate nei prossimi due mesi. Le sedi della Asl dove è possibile effettuare il vaccino sono a Firenze quelle di San Salvi, lungarno Santa Rosa e le Piagge, e poi Pontassieve, Campi Bisenzio, Barberino di Mugello, San Piero a Sieve, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Scarperia, Grassina, Scandicci, Lastra a Signa, Sesto Fiorentino, Figline Valdarno. La segreteria telefonica del Cup durante l’attesa della risposta dell’operatore farà  infine ascoltare a tutti gli utenti un nastro registrato dove si ricorda l’importanza di vaccinarsi per ridurre al massimo i rischi legati alla diffusione di questo batterio che dal gennaio scorso in Toscana ha colpito 34 persone, di cui 28 per il ceppo C, uccidendone 7.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.