Lo dice l'assessore Bettini

Firenze, i cipressi del viale Michelangelo sono malati: «Ma si salveranno»

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa
Ramo d'albero caduto sul Viale Michelangelo

Ramo d’albero caduto sul Viale Michelangelo

FIRENZE – «La stragrande maggioranza dei cipressi di viale Michelangelo colpiti dall’afide ce la farà». Così oggi 21 ottobre l’assessore comunale all’Ambiente, Alessia Bettini, al Giardino dell’Orticoltura, al convegno «Conoscere l’afide per difendere e tutelare il cipresso».

Il cosiddetto «afide cinarino» è un parassita considerato tra i nemici più pericolosi per il cipresso: in annate particolarmente favorevoli produce così tante colonie da provocare gravi danni sia alle piante giovani che a quelle adulte.

A partire dal 1978/1980 si sono avuti tre grossi attacchi a distanza di circa 20 anni (1978-1980, 1997, 2015) intervallati da due attacchi molto meno intensi nel 1990 e nel 2003. Nelle annate in cui le pullulazioni sono molto intense i danni sono diffusi su vaste porzioni del territorio italiano.

Nel 2015 oltreché in Toscana si segnalano danni diffusi anche nelle Marche e in Umbria. A questo si aggiungono le difficoltà operative nei monitoraggi a causa della diffusione capillare del cipresso ad uso ornamentale, da esplorare nelle parti basse delle chiome più volte in ogni primavera per intercettare e riconoscere le colonie degli afidi.

«Dal monitoraggio costante che i nostri tecnici hanno effettuato in questi mesi – ha aggiunto l’assessore Bettini – gli alberi stanno danno quei segnali di ripresa che attendevamo: rispuntano le gemmettine verdi. L’attacco che si temeva non c’è stato, questo favorisce ulteriormente il progredire di questi segnali di ripresa che peraltro stiamo apprezzando già da fine luglio».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.