Una ricerca della Cgia di Mestre

Tasse e Imu, a Firenze e Genova il maggior numero di castelli e ville di lusso

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia

Stampa Stampa
Il castello di Tavolese, nel Chianti fiorentino

Il castello di Tavolese, nel Chianti fiorentino

FIRENZE – E’ Firenze, insieme a Genova, la provincia dove è più alta – in termini assoluti e relativi – la concentrazione degli oltre 74.400 immobili di lusso presenti in Italia che garantiscono alle casse dei Comuni poco più di 91 milioni di euro all’anno di Imu.

A monitorare il numero e la ripartizione geografica delle abitazioni signorili, delle ville e dei castelli presenti nel nostro paese è l’Ufficio studi della Cgia di Mestre.

In cima a questa singolare graduatoria troviamo la provincia di Firenze con 6.488 abitazioni di lusso equivalenti a 126,6 abitazioni di pregio ogni 10 mila abitazioni. Per quanto riguarda la Toscana seguono Prato (774 – 70,0); Siena (844 – 53,1); Arezzo (729 – 38,7); Grosseto (423 – 24,6); Pisa (476 – 21,6); Pistoia (295 – 18,8); Lucca (434 – 18,4); Livorno (232 – 10,8), chiude Massa (128 – 10,8).

A livello nazionale segue la provincia di Genova che ne conta 6.175 (111,6 ogni 10.000 abitazioni). Nell’ultimo gradino del podio compare Trieste: la provincia giuliana presenta 1.224 abitazioni di lusso e 85,8 ville/palazzi ogni 10.000 abitazioni.

In termini assoluti, comunque, dopo Firenze e Genova la Cgia segnala il risultato di Milano, che ne presenta 4.210, di Roma con 4.198 e di Torino con 4.192.

Le province meno coinvolte a livello nazionale sono quelle di Potenza e di Oristano che presentano rispettivamente 5 e 4 immobili di pregio.

A livello regionale, infine, sono gli immobili di lusso presenti in Lombardia a garantire il gettito Imu più forte, con 17,8 milioni. Seguono la Toscana con 13,5 milioni e il Lazio con 12 milioni di euro

Tag:, ,

Commenti (1)

  • Morando Sergio Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando Vico Morando Vico Belin

    |

    Riguardo a Genova diverse torri medievali e case di lusso si trovano nel centro storico ma il centro storico di Genova NON può essere paragonato a quello di Firenze basta farsi un giro a Genova per vederne il degrado ! Sporcizia, case distrutte limitrofe dal secondo conflitto mondiale, vico e vicoli chiusi da inferriate dove NON si può più camminare..delinquenza e tanta rumenta !Altre zone come Cornigliano degradate dai fumi velenosi dell’acciaieria ,comunque appena fatta l’Italia molte ville sono passate al Comune per non pagare le tasse si vedano ville con parchi a Genova Nervi villa Morando e altre in GenovaPegli Voltri.
    Sergio Morando

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.