Operazione dei Carabinieri

Calenzano: vendetta tra cinesi finita a coltellate. Tre arresti (Video)

di Andrea Ferrari - - Cronaca

Stampa Stampa
Il capitano Taborra, comandante la compagnia di Signa, con i militari della Stazione di Calenzano

Il capitano Taborra, comandante la compagnia di Signa, con due militari della Stazione di Calenzano

CALENZANO (Po) – Era stata una «vendetta cinese» finita con un’aggressione a colpi di ascia e coltello. Oggi i tre aggressori, cinesi tra i 20 e i 30 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Signa e si trovano in carcere in attesa di essere interrogati dal Gip.

Il fatto avvenne il 6 giugno scorso a Calenzano. Vittima un loro connazionale di 48 anni, titolare di una pelletteria, che mentre stava camminando per una strada del centro cittadino fu raggiunto da quattro connazionali che lo ferirono gravemente ad un braccio, mentre si stava riparando la testa dove erano diretti i colpi.

Le indagini avviate dalla Procura di Prato e affidate ai militari della Stazione di Calenzano hanno permesso di appurare che si sarebbe trattato di una sorta di spedizione punitiva per vendicare un «presunto affronto» sul luogo di lavoro dove tutte le persone coinvolte lavoravano.

Non è stato facile per i carabinieri riuscire ad individuare i presunti responsabili del tentato omicidio, considerato il «cerchio chiuso» in cui vive la comunità cinese. Alla fine, su disposizione dei pm di Prato Lorenzo Gestri e Francesco Sottosanti hanno emesso un’ordinanza di custodia cautelare per i tre indagati, eseguite nei giorni scorsi a Castelfranco Emilia, Campi Bisenzio e Calenzano, l’ultima delle quali stamani 23 ottobre.

 

VIDEO : Scarica qui il video dell’aggressione

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.