Via Santa Maria la strada più preziosa del mondo

Firenze, 24 ottobre: l’Oltrarno apre «la strada d’oro» per un giorno

di Marianna Feo - - Cronaca, Cultura, Economia, Lente d'Ingrandimento

Stampa Stampa
La  Strada d'Oro - Rendering anteprima di Via Santa Maria Firenze

La Strada d’Oro – Rendering anteprima di Via Santa Maria  a Firenze

FIRENZE: Via Santa Maria (zona Oltrarno) si trasformerà per un giorno ne «La strada d’oro». Un percorso di 900 mq di foglia d’oro lungo il selciato sarà l’installazione urbana che – dopo il rinvio della scorsa settimana a causa del maltempo – aprirà domani – sabato 24 ottobre 2015 – il settimo appuntamento di UMANO – Cantieri internazionali sui linguaggi del corpo e della danza – incorso fino a sabato 31 ottobre 2015.

L’EVENTO: «La strada d’oro» partirà dall’imbocco in via Romana allo sbocco su via dei Serragli, come un omaggio alla grande tradizione artigiana dell’Oltrarno. Un percorso allegorico, scandito da soste inattese in alcune botteghe, insieme a brevi azioni coreografiche, scambi e lezioni di danza al pubblico. Dalle ore 16 fino alle 20 «Coppie di Madri e Figli» sono protagoniste di azioni sceniche in cinque spazi lungo la strada lastricata d’oro.  Alle ore 17 in Via S. Maria 21r si terrà «Il corpo di Antigone», un incontro con l’autore Giancarlo Gaeta, per interrogarsi sul modo della tragedia Attica di sentire l’umano e rappresentarlo.  

Dalle ore 18 alle 18,45 – ogni 15 minuti – con partenza da Cango – piccoli gruppi di spettatori vengono guidati in alcune botteghe artigiane dell’Oltrarno (in via Santa Maria, Borgo Tegolaio e  via del Campuccio) per giungere allo spettacolo «Figurina» di Marina Giovannini, con giovanissime interpreti impegnate nelle variazioni di una stessa partitura coreografica. La visione è gratuita con prenotazione obbligatoria al numero 055 2280525.

Alle ore 19 presso Cango (Via S. Maria 25 ), «CollettivO CineticO» di Francesca Pennini – che si occupa di sperimentazioni nel campo del teatro e dell’arte visiva – presenterà YOUR <AGE>. Si tratta di un percorso che ha coinvolto un gruppo di adolescenti fiorentini tra i 14 e i 20 anni in un’azione coreografica sulle contraddizioni dell’adolescenza.  Si continua poi alle ore 19,45 con «Studio davanti a una testa» di Claudia Catarzi che presenterà invece il dittico di una stessa coreografia attraverso l’opera di Amedeo Modigliani – la ‘esta come unità anatomica ma anche come sede del pensiero e delle emozioni. Il gruppo di spettatori, con partenza da Cango, sarà accompagnato nella Sagrestia della Chiesa di Santo Spirito dove avrà luogo la performance, al termine della quale il pubblico tornerà a Cango per assistere alla parte conclusiva. Infine alle ore 21,30 il coreografo israeliano Emanuel Gat, presenterà «Florence», una «creazione site specific» attraverso un meccanismo di interdipendenza e correlazione tra i sei danzatori. La performance è una traduzione visiva dei rapporti umani. Lo spettacolo si terrà sabato 24, martedì 27 e mercoledì 28 ottobre 2015 presso Cango. Sempre Emanuel Gat presenterà invece la sua creazione «Plage romantique» al Teatro della Pergola, domenica 25 ottobre ore 15,45.

Tag:, ,

Marianna Feo

Marianna Feo

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.