Nuovo caso

Pisa, meningite: ricoverato un infermiere di 26 anni. Profilassi sui pendolari dei treni per La Spezia

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Meningite, tutte le informazioni per fare la profilassi

Meningite, tutte le informazioni per fare la profilassi

PISA – Nuovo caso di meningite da meningococco C a Pisa. E’ stato colpito un ragazzo di 26 anni, residente a La Spezia, pendolare col treno sula linea Tirrenica, infermiere di chirurgia generale all’ospedale di Cisanello. Le sue condizioni sono buone, è ricoverato nel reparto di malattie infettive dello stesso ospedale pisano.

«I medici della Asl 5 sono in contatto con i colleghi de La Spezia e con quelli dell’azienda ospedaliera – si legge in una nota – che hanno già iniziato la profilassi che, come da prassi, deve essere effettuata su tutti coloro che sono entrati in contatto con il giovane infermiere».

«La profilassi – spiega la Asl pisana – è indicata solo per i contatti stretti, come posti contigui nello stesso mezzo pubblico». Ma «vista l’impossibilità di risalire alla reale posizione del paziente all’interno del treno, si consiglia a tutti coloro che ne hanno fatto uso – spiega la Asl indicandone giorni, orari e tratta – di sottoporsi a sorveglianza sanitaria. Ciò significa che in caso di febbre sopra i 38 gradi è fondamentale rivolgersi al proprio medico».

I treni indicati sono quelli della tratta Pisa – La Spezia del 15, 16 e 20 ottobre (regionale da La Spezia in partenza alle 12.15 ed il regionale da Pisa delle 21.36. Per i giorni 17 e 22 ottobre Intercity da La Spezia delle 19.23 e regionale da Pisa delle 7.36. Per il 21 ottobre il regionale da La Spezia delle 5.12 ed il Freccia Bianca da Pisa delle 14.47.

AGGIORNAMENTO ORE 17.57

E’ «angina settica da meningococco gruppo C» la patologia riscontrata all’infermiere dell’ospedale Cisanello di Pisa: una potologia, spiega la Asl 5, per la quale comunque necessaria la profilassi per coloro che hanno avuto contatti stretti con il 26enne che svolge la sua attività presso il reparto di chirurgia generale. Anche il direttore dell’Unità Operativa di Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, Francesco Menichetti, dove il giovane è ricoverato specifica che «non si tratta di un ulteriore caso di meningite bensì di una faringo-tonsillite dovuta ad un’infezione da meningococco di tipo C». Il primario ha specificato che «è comunque scattato il piano di profilassi anche se la situazione per il paziente e per chi vi è stato a stretto contatto non è pericolosa». Nel frattempo l’Aoup ha individuato 123 operatori sanitari e 40 soggetti di ditte esterne da sottoporre a profilassi.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.