Spettacoli da giovedì 29 ottobre

Firenze: si apre con Pasolini la stagione 2015-2016 al Teatro Cantiere Florida

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Latella MA-Candida_Nieri_ph_Brunella_Giolivo bassa

Candida Nieri in «MA» (in scena giovedì 29 e venerdì 30 ottobre; foto Brunella Giolivo)

FIRENZE – Si inaugura la stagione 2015-2016 al Teatro Cantiere Florida, che comprende 31 titoli con 5 prime nazionali, un focus internazionale di danza dedicato alla scena polacca, israeliana, norvegese e lituana, il sostegno a 3 progetti di residenza artistica e l’evento unico «Pier Paolo Pasolini. Il corpo profetico», che aprirà la stagione da giovedì 29 ottobre, con un’anteprima mercoledì 28 al Museo del Novecento.

Tante proposte anche per il teatro ragazzi e 3 titoli dedicati ad una platea “tout public”. Non mancheranno numerose iniziative nel campo della formazione degli artisti e del pubblico, e le consuete collaborazioni con Fabbrica Europa e Costante Cambiamento.

Ad animare il tutto è FLOW, esperimento di convivenza artistica che riunisce tre formazioni, ElsinorCentro di Produzione Teatrale, Versiliadanza e Murmuris Teatro.

La stagione teatrale 2015–2016 sarà inaugurata da un omaggio a Pier Paolo Pasolini. Si comincia mercoledì 28 ottobre al Museo Novecento (Piazza Santa maria Novella, ore 17.30) con «Studi sullo stile di Bach», melologo su testo di Pasolini col chitarrista Luigi Attademo e l’attore Roberto Gioffrè. Da giovedì 29 gli spettacoli, fino ad aprile 2016, sono tutti serali e al Teatro Cantiere Florida. Il primo è «MA», per la regia di Antonio Latella, in cui il ritratto di Pasolini è affidato alla di lui madre (interpretata da Candida Nieri). A seguire, domenica 31 ottobre, Versiliadanza presenta «Pensieri e Canzoni», dedicato al Pasolini paroliere di canzonette, con la voce di Francesca Breschi.

La stagione di prosa riprende il13 e 14 novembre con la Compagnia Nest, che porta avanti nella non facile periferia orientale di Napoli un esemplare progetto non soltanto teatrale, ma soprattutto sociale e culturale, e inscena «12 baci sulla bocca».

Mercoledì 18 e giovedì 19 novembre debutta l’ultima produzione di Murmuris e Attodue: «Il migliore dei mondi possibili», liberamente ispirato a «Candide» di Voltaire.

In esclusiva toscana, giovedì 10 e venerdì 11 dicembre va in scena «Cannibali», l’ultimo lavoro di Kronoteatro. Un impietoso ritratto di una quotidianità costellata da sopraffazioni e abusi, declinata nelle modalità asimmetriche dei rapporti di dominio.

Sempre a dicembre, arrivano tre produzioni dell’Associazione Teatrale Pistoiese: «Ci scusiamo per il disagio» de Gli Omini (18 dicembre), «WAR NOW!», in colaborazione fra i fiorentini Teatro Sotterraneo e il regista lettone Valters Sīlis (20 dicembre) e «Maledetto nei secoli dei secoli l’amore» del duo Renata Palminiello‑Valentina Sperlì (29 dicembre), da un racconto di Carlo D’Amicis che descrive l’inarrestabile flusso di coscienza di una donna costretta a decidere il destino di un cugino entrato in coma irreversibile.

L’appuntamento di Natale al Teatro Cantiere Florida è invece l’esito della stretta sinergia tra Elsinor, Versiliadanza e Murmuris: «Pinocchio» di Zaches Teatro (sabato 26 e domenica 27 dicembre), spettacolo selezionato dal Premio In-box 2015, costituisce non soltanto un perfetto esempio della multidisciplinarietà e dell’ibridazione tra linguaggi tipiche della giovane compagnia, ma travalica i confini del teatro ragazzi per conquistare un pubblico di tutte le età.

La Compagnia Musella Mazzarelli aprirà il nuovo anno con le intuizioni che Jean Baudrillard espose in «Les stratégies fatales» (9 gennaio).

Elsinor Centro di produzione teatrale, soggetto capofila della residenza, è presente in cartellone con «Le intellettuali» di Molière (dal 4 al 6 febbraio) nella versione di Cesare Garboli; la pièce, diretta da Monica Conti, analizza la fluidità del potere e le sue cangianti forme, irridendo comportamenti tipici non soltanto dell’aristocrazia seicentesca, ma anche della nostra contemporaneità.

Come sempre marzo sarà il mese dedicato a “Materia Prima”, a cura di Murmuris Teatro. Ad inaugurare la rassegna, giovedì 3, sarà una delle realtà più interessanti della scena italiana di questi anni, Punta Corsara, con «HamletTravestie», che intreccia una riscrittura settecentesca del capolavoro shakesperiano con il «Don Fausto» di Antonio Petito, fondendo le ordinarie miserie di una famiglia napoletana ai drammi vissuti dal principe di Danimarca. Si prosegue il 10 marzo con «Reality» di Deflorian / Tagliarini, uno spettacolo di atti quotidiani e di dettagli, di realtà, di reality senza show, senza pubblico. Come JaninaTurek, donna polacca che per oltre cinquant’anni ha annotato minuziosamente i dati della sua vita. Reality è uno spettacolo tratto dal reportage omonimo di Mariusz Szczygiel. Giovedì 17 marzo, sarà il momento del giocatore di «Slot Machine», l’ultima produzione del Teatro delle Albe: il racconto della caduta vertiginosa di un giocatore, che al gioco sacrifica ogni legame affettivo. Con «Scrooge» (23 marzo) i noti Fanny & Alexander compiono un percorso di avvicinamento a «Discorso Verde», quarto capitolo dell’ambizioso progetto volto a indagare l’essenza e gli effetti delle diverse tipologie di discorso pubblico. Dopo il Grigio della politica e il Giallo dell’educazione, la compagnia ravennate con questo studio punta lo sguardo sull’economia, apparente chiave di volta del mondo di oggi, e sui controversi rapporti che essa intrattiene con l’arte e l’etica. Giovedì 31 marzo la rassegna si chiude con «Gianni» di e con Caroline Baglioni, progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015.

Nella sezione teatro per ragazzi (ma di qualità alta), ci sono in cartellone due titoli della Compagnia TPO, «Babayaga» (28-29 novembre), ispirato alla celebre fiaba russa, e «Kindur» (27-28 febbraio), cronaca del viaggio compiuto da un gregge di pecore attraverso la remota Islanda.

A chiudere la stagione sarà Archivio Zeta, protagonista di un dittico dedicato all’essere umano. Alla Limonaia di Villa Strozzi mercoledì 27 aprile andrà in scena «L’uomo e le cose», che affronta la tragedia della guerra a partire da «Il crematorio di Vienna» di Goffredo Parise. Al Teatro Cantiere Florida venerdì 29 e sabato 30 aprile Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni propongono l’intramontabile «Edipo re» di Sofocle.

Ricco anche il cartellone della danza (programma completo su www.teatroflorida.it)

TEATRO CANTIERE FLORIDA (via Pisana 111/R – Firenze)

Inizio spettacoli ore 21

Biglietti: intero 15, ridotto 12 – prenotazioni@teatroflorida.it – 055.7135357-7130664

Orario Biglietteria:dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 18.00 in orario continuato.

Nei giorni dello spettacolo il botteghino sarà aperto dalle 14.30 alle 16.30 e dalle 19.00 alle 21.00.

 

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.