La decisione del Parlamento di Strasburgo

Telefono meno caro: dal 2017 sparisce il roaming per le chiamate in europa

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
smartphone

smartphone

BRUXELLES – Dopo molte titubanze, resistenze e rinvii finalmente l’Unione Europea ha deciso che  il roaming sarà cancellato dal giugno del 2017. A partire da quel momento,  basta rincari per chiamare, mandare sms e usare internet dallo smartphone quando si viaggia nei confini dell’Ue e in Svizzera, Norvegia e Islanda. In virtù di un regolamento approvato dal Parlamento Europeo e che era in discussione dal 2013: il “Telecom Single Market”.

Se per l’eliminazione di ogni sovrapprezzo bisognerà aspettare quasi due anni, il 30 aprile del 2016 potremo già beneficiare di un primo taglio sulle tariffe: da quel giorno chiamare da un altro Stato membro potrà costarci al massimo 5 centesimi in più al minuto e usare internet 5 centesimi per megabyte di dati scaricati. Per gli sms, invece, il nuovo tetto massimo sarà di 2 centesimi.

«Consumatori e imprenditori avevano atteso a lungo», commenta il Commissario Ue al mercato unico digitale Andrus Ansip. Si eliminano così le differenze di tariffe che, secondo un’indagine della Commissione Europea, riferita al 2014, costringeva il 94 per cento degli utenti, in viaggio al di fuori del proprio paese, a fare un uso limitato del proprio smartphone proprio a causa dei notevoli costi del roaming. Dal 2017 non sarà più così; viaggiare e telefonare nell’Ue sarà più facile ed economico per tutti, turisti o imprenditori.

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.