Alle 2,45 del mattino di oggi 30 ottobre

Figline Valdarno, esalazioni di monossido: famiglia intossicata

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Vigili del fuoco e 118 ma per l'anziano non c'era più niente da fareFIGLINE VALDARNO – Nel cuore della notte fra ieri e oggi 30 ottobre, poco prima delle 3, sanitari del 118 e vigili del fuoco sono intervenuti a Figline in via Amendola: un’intera famiglia di sei persone è rimasta intossicata da esalazioni di monossido di carbonio.

A dare l’allarme è stato il padre, dopo aver avvertito un malore. Tutta la famiglia, ossia l’uomo, assieme alla moglie e ai loro quattro bambini, è stata trasferita trasferita in ospedale per le cure del caso.

AGGIORNAMENTO ORE 11.33

I quattro bambini, di età compresa tra i 3 e i 10 anni, sono stati ricoverati all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze per un’intossicazione di entità lieve. I genitori, in buone condizioni di salute, si trovano con loro. Il monossido di carbonio si è sprigionato da un braciere usato per cuocere della carne, che poi non è stato spento in modo corretto. La famiglia, di nazionalità marocchina, ha chiesto l’intervento del 118 dopo che i bambini più piccoli hanno iniziato ad avvertire i sintomi tipici dell’intossicazione, tra cui vomito e mal di testa.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.