La seduta del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica

Visita del Papa a Firenze: nuove misure di sicurezza. Vertice dal prefetto Alessio Giuffrida con il vicesindaco Cristina Giachi

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
Papa Francesco

Papa Francesco

FIRENZE – Problemi di sicurezza per la visita del Papa a Firenze? Per il momento sembra di no. E’ quanto ha affermato il prefetto di Firenze, Alessio Giuffrida, al termine del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Che ha precisato: “Per adesso escluderei pericoli, ma sul fronte della prevenzione adotteremo comunque tutte le misure necessarie”. E fra le righe viene fuori la domanda: chi può voler male a questo Papa? A parte i falsi scoop sul suo stato di salute, non pare ci sia altro. Ma è evidente che anche per la visita fiorentina la guardia sarà tenuta alta.

Riguardo a eventuali disagi al traffico e agli spostamenti dei fiorentini, Giuffrida si è augurato che i cittadini “accolgano la visita come una festa, e si attengano alle prescrizioni che nei prossimo giorni saranno diramate. Nelle giornate del 9 e del 10 novembre saranno monitorati gli afflussi di persone in città per verificare l’impatto sulla viabilità”.

Presenti all’incontro, al quale nei prossimi giorni farà seguito un tavolo tecnico in questura, anche il vicesindaco Cristina Giachi: “Firenze è pronta – ha dichiarato  -. Invitiamo tutti i fiorentini che vorranno vedere il Santo Padre a non recarsi allo stadio a meno che non abbiano il biglietto, tutti potranno apprezzarlo lungo il percorso in centro e nella due piazze con i maxi schermo. Da lunedì saranno disponibili tutti i provvedimenti di mobilità e ci sarà un’informazione puntuale”.

Soddisfazione per l’organizzazione dell’evento è stata espressa dal comandante della Gendarmeria del Vaticano, Domenico Giani: “C’è una grande preparazione e un grande desiderio di accogliere il Papa. La criticità sarà data dalle grande presenza di persone, che ancora non è stata quantificata, ma si tratta di una difficoltà studiata a tavolino”.

Tag:, , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.