Nel Parco della Liberazione e della Pace

Prato: crolla il monumento al deportato. Forse a causa d’infiltrazioni d’acqua

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Il neo sindaco Matteo Biffoni

Il sindaco di Prato, Matteo Biffoni

FIRENZE – E’ crollato il monumento al deportato nel parco della Liberazione  della pace a Prato. La struttura, probabilmente, ha ceduto a causa di infiltrazioni d’acqua. Dopo il crollo, sono cominciate subito le operazioni di restauro da parte del Comune. “Oggi mettiamo in sicurezza l’opera e la prossima settimana faremo un sopralluogo con il restauratore e procederemo con i lavori per i quali ci sono già i fondi stanziati – hanno spiegato i tecnici -. Fortunatamente il bassorilievo non ha subito danni e si potrà restaurare l’intera opera”.

“Conservare il monumento significa mantenere viva la memoria – ha sottolineato il sindaco Matteo Biffoni -. Non appena l’Aned ci ha segnalato lo stato in cui versava il monumento ci siamo attivati, mettendo a bilancio le risorse necessarie e programmando il restauro. Dispiace che le piogge e le infiltrazioni abbiano provocato il crollo, adesso sarà fondamentale intervenire in tempi brevissimi per rispetto a tutto ciò che questa opera rappresenta per la nostra città e per il nostro Paese”.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.