Le proposte publicate sul sito della Previdenza Sociale

Pensioni: ecco le tabelle di Boeri (Inps) sulle riduzioni degli assegni d’oro. E dei vitalizi politici

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

inps

ROMA – Nel quadro della riorganizzazione del sistema previdenziale un’attenzione rilevante Boeri e l’Inps la riservano alla manovra sulle pensioni d’oro, ovvero quelle che superano sette volte il minimo Istat, che interessa in tutto 326 mila assegni percepiti da 250 mila persone che in media ogni mese ricevono 4.500 euro. Sono per l’80% uomini, localizzati in prevalenza al Nord e nel Centro Italia. Si tratta di 202mila assegni d’importo compreso tra 3.500 e 5.000 euro, di 99.404 assegni che vanno dai 5 ai 7.000 euro e di 24.491 pensioni sopra quota 7mila. Ben 130.509 fanno capo all’ex Inpdap (dipendenti pubblici), 106.818 appartengono al fondo lavoratori dipendenti e 68.921 alle contabilità separate. Il risparmio complessivo, per effetto del ricalcolo attuariale, sarebbe di 2,35 miliardi rispetto al 2015 e corrisponde ad un taglio medio del 12,6%. Dal fondo ex Inpdap arriverebbe oltre un miliardo di euro, 610 milioni dal Fondo lavoratori dipendenti, 633 dalle contabilità separate, 76,9 dagli autonomi ed infine 22 milioni da ferrovie, poste, ecc.  .

Maggiormente penalizzati i vitalizi dei politici: in media il taglio sarebbe del 33,9% oscillando dal 2-3% delle fasce di reddito più basse (42-53 mila euro) per arrivare al 50% ed oltre degli assegni che superano la soglia dei 63.700 euro. Anche le pensioni dei sindacalisti con distacco (o aspettativa) dal settore pubblico verrebbero «livellate» allineando le loro regole a quelle di tutti i normali lavoratori.

Le tabelle che seguono mostrano le riduzioni delle pensioni di importo rilevante a regime indotte dal ricalcolo. Le riduzioni mediamente più elevate sono del 12-13%. Si noti che per i pensionati (con redditi pensionistici fra i 3500 e i 5000 euro mensili) per cui si procede alla cristallizzazione, il 12% di riduzione verrà ottenuto in circa 10 anni agli attuali tassi di inflazione. Questa gradualità opera a tutela dei pensionati con età più elevate. Come già osservato si tratta di una proposta avanzata dal bocconiano Presidente dell’Inps, al quale molti rimproverano, giustamente, di voler fare il legislatore e non l’amministratore dell’ente, e qualcuno (Renzi ad esempio) dovrebbe ricordarglielo più spesso.

Ex-INPDAP
Differenziale di pensione derivante dall’applicazione di una correzione attuariale sulle quote retributive Pensioni di vecchiaia e anzianità vigenti stimate al 31.12.2015 con redditi pensionistici superiori a 7 volte l’importo soglia – Distribuzione per età –
Età alla decorrenza
Numero pensioni Importo complessivo annuo (mln €) Pensione media mensile 2015 € Variazione media dell’importo di pensione Differenziale di pensione complessivo annuo al 2015 (mln €)
557.215 282,0 3.006 -16,0% -45,2
55 4.012 216,4 4.150 -19,1% -41,4
56 5.552 298,3 4.133 -19,2% -57,3
57 15.191 881,4 4.463 -19,1% -168,4
58 17.701 1.092,2 4.746 -17,6% -192,6
59 14.977 929,8 4.776 -15,5% -144,1
60 16.812 1.064,0 4.868 -13,2% -140,4
61 13.502 867,8 4.944 -10,9% -94,8
62 12.609 806,6 4.921 -8,2% -66,1
63 11.737 768,7 5.038 -5,2% -39,9
64 9.523 631,6 5.102 -2,0% -12,7
65 1.344 95,9 5.490 -3,2% -3,1
66 334 20,1 4.625 -0,3% -0,07
Totale 130.509 7.954,8 4.689 -12,6% -1.006,1
(*) Valore modale
Autonomi
Differenziale di pensione derivante dall’applicazione di una correzione attuariale sulle quote retributive Pensioni di vecchiaia e anzianità vigenti stimate al 31.12.2015 con redditi pensionistici superiori a 7 volte l’importo soglia – Distribuzione per età –
Età alla decorrenza
Numero pensioni Importo complessivo annuo (mln €) Pensione media mensile 2015 € Variazione media dell’importo di pensione Differenziale di pensione complessivo annuo al 2015 (mln €)
<55676 26,9 3.062 -12,6% -3,4
55 678 29,2 3.317 -11,9% -3,5
56 1.074 46,9 3.359 -12,1% -5,7
57 1.629 70,4 3.326 -12,6% -8,9
58 4.866 206,5 3.264 -12,5% -25,8
59 1.878 80,7 3.305 -11,7% -9,5
60 2.588 88,1 2.618 -10,5% -9,2
61 1.452 61,6 3.263 -9,1% -5,6
62 1.093 44,2 3.108 -7,1% -3,1
63 763 30,0 3.025 -5,2% -1,6
64 543 21,2 3.010 -2,3% -0,5
65 82 4,4 4.129 -2,4% -0,1
66 15 0,6 3.103 -0,7% 0,00
Totale 17.337 710,7 3.154 -10,8% -76,9
(*) Valore modale
Altre gestioni (Ferrovie, ex Ipost, ecc….)
Differenziale di pensione derivante dall’applicazione di una correzione attuariale sulle quote retributive Pensioni di vecchiaia e anzianità vigenti stimate al 31.12.2015 con redditi pensionistici superiori a 7 volte l’importo soglia – Distribuzione per età –
Età alla decorrenza
Numero pensioni Importo complessivo annuo (mln €) Pensione media mensile 2015 € Variazione media dell’importo di pensione Differenziale di pensione complessivo annuo al 2015 (mln €)
< 55281 14,0 3.824 -19,2% -2,7
55 68 3,3 3.744 -20,9% -0,7
56 87 4,0 3.554 -20,5% -0,8
57 271 15,2 4.303 -20,4% -3,1
58 303 17,2 4.359 -17,9% -3,1
59 375 21,7 4.463 -15,4% -3,4
(*) 60 468 24,9 4.089 -13,6% -3,4
61 414 21,8 4.051 -11,2% -2,4
62 351 18,1 3.962 -8,9% -1,6
63 188 10,4 4.267 -5,3% -0,6
64 134 7,6 4.347 -2,5% -0,2
65 24 1,6 5.089 -2,9% 0,0
66 11 0,5 3.420 -0,4% 0,00
Totale 2.975 160,3 4.143 -13,7% -22,0
(*) Valore modale
Totale gestioni
Differenziale di pensione derivante dall’applicazione di una correzione attuariale sulle quote retributive Pensioni di vecchiaia e anzianità vigenti stimate al 31.12.2015 con redditi pensionistici superiori a 7 volte l’importo soglia – Distribuzione per età –
Età alla decorrenza
Numero pensioni Importo complessivo annuo (mln €) Pensione media mensile 2015 € Variazione media dell’importo di pensione Differenziale di pensione complessivo annuo al 2015 (mln €)
< 5519.872 920,3 3.562 -15,0% -137,9
55 13.322 716,7 4.138 -16,8% -120,7
56 18.220 990,0 4.180 -17,2% -169,9
57 44.638 2.509,9 4.325 -17,1% -429,7
(*) 58 45.730 2.617,6 4.403 -16,1% -421,2
59 37.723 2.199,6 4.485 -14,5% -318,4
60 41.701 2.362,9 4.359 -12,7% -299,7
61 33.414 1.987,3 4.575 -10,6% -211,0
62 28.510 1.699,1 4.584 -8,2% -139,8
63 22.618 1.365,3 4.643 -5,2% -70,9
64 17.949 1.097,0 4.701 -2,2% -24,3
65 2.330 155,6 5.141 -3,1% -4,8
66 530 30,6 4.435 -0,4% -0,1
Totale 326.560 18.651,9
Stima dei risparmi (a lordo degli effetti fiscali) derivanti dal blocco della perequazione conseguente al ricalcolo contributivo dei vitalizi in pagamento o sospesi al 31.12.2015 per i soggetti con reddito pensionistico superiore a 7 volte l’importo soglia
Oneri/(Risparmi) in milioni di euro correnti
Anno Parlamentari Consiglieri regionali Totale
2016 (73,3) (13,7) (87,0)
2017 (76,9) (13,8) (90,7)
2018 (76,6) (13,8) (90,4)
2019 (73,6) (13,8) (87,4)
2020 (69,7) (13,6) (83,3)
2021 (68,7) (13,4) (82,1)
2022 (66,0) (12,8) (78,8)
2023 (63,5) (12,4) (75,9)
2024 (60,9) (12,0) (72,9)
2025 (56,6) (11,4) (68,0)

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.