Fra i fondatori Fassina, D'Attorre e Fratoianni

Nasce ‘Sinistra italiana’: dissidenti Pd e Sel insieme. Renzi: sono solo competitor

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Alcuni dei fondatori

Alcuni dei fondatori: in primo piano Fassina

ROMA – I dissidenti del Pd e altri esponenti della sinistra, riuniti al Teatro Quirino di Roma, hanno dato vita ufficialmente alla “Sinistra italiana”, il nuovo gruppo parlamentare (alla Camera e al Senato) creato da Sel e dai parlamentari fuoriusciti dal Pd. Si tratta di 31 deputati a Montecitorio più una decina di senatori, che daranno vita in seguito all’assemblea costituente di un nuovo soggetto politico prevista per gennaio. Fra gli ex Pd Stefano Fassina e Alfredo D’Attorre, ma anche Folino e Gregori. Il nuovo gruppo di Sinistra Italiana si insedierà a breve a Montecitorio, mentre in Senato avverrà nei prossimi mesi. Consulente economico del gruppo a Montecitorio il premio Nobel Joseph Stiglitz.

Molte persone non sono potute entrare perché non lo consentiva la capienza del teatro: circa 500 secondo gli organizzatori. A un certo punto Fassina, D’Attorre, Fratoianni e Scotto hanno deciso di uscire dal teatro, tra un intervento e l’altro, per “riprodurre”» l’assemblea anche all’esterno, con un “bis” improvvisato in strada.

La nascita dei gruppi di Sinistra italiana «non è un gioco di palazzo, ma una scelta strategica per segnare un cammino politico» ha detto Stefano Fassina dal palco del Teatro Quirino. «Non è la prima tappa perché c’è un percorso già avviato fuori dalle aule e in questi mesi abbiamo lavorato insieme ad altre forze per costruire un partito coinvolgente, innovativo, largo e plurale che abbi ala centro il lavoro, il welfare, la scuola pubblica, la ricostruzione morale della politica».

Il commento di Matteo Renzi è affidato a un’intervista rilasciata a ‘La Stampa’: Quelli di Sinistra italiana “non li considero nemici del popolo, come io non vorrei essere considerato un attentatore della democrazia. Sono dei nuovi competitor, quindi li rispetto e non li prendo sottogamba. Detto questo, è evidente che anche la loro iniziativa è il prodotto di una sconfitta, e che quel che accade è una riedizione di quanto già avvenuto in passato a sinistra, con Bertinotti prima e con Vendola poi…”

 

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.