Le interviste di Sampdoria-Fiorentina

Sousa: Lo scudetto? Vogliamo competere con tutti. L’Inter? Ha speso tanto … Zenga: due regali ai viola

di Redazione - - Sport

Stampa Stampa
Sampdoria-Fiorentina, Walter Zenga e Paulo Sousa prima della partita. Alla fine hanno discusso animatamente

Sampdoria-Fiorentina, Walter Zenga e Paulo Sousa prima della partita. Alla fine hanno discusso animatamente

GENOVA – Prima della partita ha stretto cordialmente la mano a Walter Zenga, allenatore della Samp. Poi, a match concluso, Paulo Sousa ha discusso animatamente con Zenga. Però è rimasto sereno: “Sono contento perché giocare qui è super difficile ma i ragazzi hanno avuto un grande controllo emotivo, abbiamo fatto nostro il gioco intenso e veloce e siamo stati anche concreti per portare a casa la vittoria”.

Lo scudetto? A questa parola Sousa reagisce con calma olimpica: “Vogliamo competere con tutti, con le nostre armi e con la nostra qualità, e vogliamo arrivare a fine stagione avendo il riconoscimento da parte di tutti, da parte degli avversari”.
Ma in sostanza l’allenatore viola non si nasconde e sottolinea le ambizioni della squadra: “Questo è il nostro scudetto. Vogliamo mostrare un calcio propositivo e imporre sempre il nostro gioco. Cosa ho detto a Zenga a fine prima tempo? Gli ho detto che sta diventando molto bello. Sono felice per Walter che ha una squadra molto competitiva e di qualità che gli permette di giocarsela con tutti”.

Ma qual è la vera forza della Fiorentina? Ancora Sousa: “Per me sono tutti importanti, abbiamo bisogno di tutti perché l’unità ci dà una grande forza. Abbiamo bisogno anche dei nostri tifosi, che oggi erano tantissimi. Più loro sono vicini a noi, più diventiamo forti”.

La vera avversaria della Viola è l’Inter? Sousa: “Ci sono molte squadre che hanno investito tanto, l’Inter è una di queste e sembra che voglia spendere molto anche a gennaio. E’una squadra con grande qualità. Noi vogliamo divertirci, giocare a pallone e, alla fine, vincere”.

Walter Zenha riconosce la superiorità viola, ma recrimina qualcosa: “La Fiorentina ha giocato
bene e ha meritato di vincere, e’ evidente. Ma la partita e’ stata incanalata verso il loro modo di giocare da episodi determinanti: abbiamo regalato un rigore dopo 10′, se già è difficile giocare contro di loro, se regali un rigore diventa ancora piu’ complicato. Il rosso a Vecino? Si’, fa parte degli
episodi negativi, ma una squadra gli episodi se li cerca. Quando una squadra propone gioco anche gli episodi vanno a suo favore. Il secondo giallo mi sembrava evidente, e poi se ci mettiamo che il 2-0 lo abbiamo regalato noi su una rimessa laterale nostra…”.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.