Messa allo stadio con 55 mila fedeli. Poi, in elicottero, il rientro a Roma

Papa Francesco: «Grazie Firenze, la Chiesa come Gesù vive fra la gente e non per il potere»

di Domenico Coviello - - Cronaca, Cultura, Politica, Primo piano, Top News

Stampa Stampa
Papa Francesco allo stadio Artemio Franchi di Firenze

Papa Francesco allo stadio Artemio Franchi di Firenze

FIRENZE – Con circa mezz’ora di anticipo sul programma Papa Francesco è giunto in uno stadio Franchi stracolmo di fedeli poco prima delle 15 di oggi 10 novembre. E’ stato accolto da una folla festante.

Canti, cori «Francesco, Francesco», bandierine bianche e gialle papali per accogliere il Pontefice nell’ultima tappa della sua visita in Toscana: la messa nell’impianto sportivo davanti a oltre 50 mila persone. Presenti, fra le personalità: il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, la moglie del premier, Agnese Landini Renzi, e il presidente della Fiorentina, Andrea Della Valle. E poi 1300 sacerdoti, 240 vescovi, 400 ministri della comunione, 500 suore, 2200 delegati parrocchiali al Convegno Ecclesiale Nazionale della Chiesa italiana, incorso fino al 13 novembre a Firenze nella Fortezza da Basso.

Tanti quelli che non sono stati fatti entrare perché sprovvisti del pass necessario per partecipare alla funzione religiosa, che è stato distribuito nelle settimane scorse anche attraverso la rete delle parrocchie. Il pontefice ha salutato tutti i fedeli facendo un giro del campo dello stadio a bordo della papamobile, poi, alle 15.30, l’inizio della messa.

«I discepoli di Gesù – ha detto il Papa nella sua omelia – non devono mai dimenticare da dove sono stati scelti, cioè tra la gente, e non devono mai cadere nella tentazione di assumere atteggiamenti distaccati, come se ciò che la gente pensa e vive non li riguardasse e non fosse per loro importante». «Questo – ha scandito – vale anche per noi. E il fatto che oggi ci siamo radunati a celebrare la Santa Messa in uno stadio sportivo ce lo ricorda. La Chiesa, come Gesù, vive in mezzo alla gente e per la gente». Non è mancato un riferimento a Firenze e al suo umanesimo, «di cui Firenze è stata testimone nei suoi momenti più creativi – ha sottolineato Francesco -, e che qui ha avuto sempre il volto della carità».

Il Papa è stato salutato, quasi al termine della Messa dal cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, che gli ha rivolto un messaggio finale, molto applaudito dalla gente. «Grazie a nome dei fiorentini per aver condiviso questa giornata – ha dichiarato Betori rivolto a Francesco -. Oggi Firenze era tutta cuore per lei, Santità». Nel suo intervento l’arcivescovo ha ricordato «Elia Dalla Costa, vescovo compassionevole, difensore di uomini e donne di ogni fede di fronte ai regimi totalitari; don Giulio Facibeni, apostolo della carità; il sindaco santo Giorgio La Pira; don Lorenzo Milani, voce di un cattolicesimo vivace e precorritore nel nome di una sofferta ma leale fedeltà alla Chiesa; Mario Luzi: la sua storia la sua cultura costellati di astri di pietà».

ORE 16.42

E’ terminata la Messa celebrata dal Papa. «Grazie – ha detto Francesco ai fiorentini e a tutti gli oltre 5o mila fedeli presenti allo stadio Franchi prima di impartire la benedizione finale – e, per favore, pregate per me». «Ringrazio i cardinali e i vescovi, la Cei, per tutto quello che avete fatto oggi per me – aveva detto poco prima il pontefice -, un ringraziamento a ognuno di voi ma specialmente vorrei dire un grazie ai carcerati che hanno fatto questo altare dove Gesù oggi è venuto. Grazie per averlo fatto».

ORE 17.05

Alle 17.05 è decollato in direzione Roma dallo stadio di atletica Luigi Ridolfi l’elicottero con a bordo Papa Francesco. Tuttavia, in un piccolo fuori programma, ha volteggiato per qualche minuto lo stadio Franchi a mo’ di saluto per le decine di migliaia di persone ancora all’interno e in fase di deflusso, dopo la Messa. Un altro elicottero, con il resto del personale vaticano al seguito, si è diretto su Roma sempre partendo dallo stadio Ridolfi.

SCARICA QUI IL Testo completo dell’omelia del Papa

 

Il Pontefice con il cardinale Betori sulla papabile in mezzo alla folla

Il Pontefice con il cardinale Betori sulla papabile in mezzo alla folla

 

LEGGI ANCHE:

Papa Francesco con i malati nella Santissima Annunziata
Papa Francesco è a Firenze, l’abbraccio della città e di tutta la Toscana
Papa Francesco a Prato, l’incontro con 30 mila fedeli

 

Tag:

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Commenti (1)

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.