La scuola è presidiata dalla notte fra il 9 e il 10 novembre

Firenze, istituto d’arte a Porta Romana occupato dagli studenti. E la preside parla ai genitori in giardino

di Redazione - - Cronaca, Primo piano

Stampa Stampa
Firenze, studenti al liceo artistico di Porta Romana (foto dal Facebook dell'Istituto)

Firenze, studenti al liceo artistico di Porta Romana (foto dal Facebook dell’Istituto)

FIRENZE – Una scena surreale, quella di oggi pomeriggio 11 novembre al liceo artistico di Porta Romana: da un lato gli studenti, asserragliati nella scuola occupata nella notte fra il 9 e il 10 novembre, e dall’altro la preside in assemblea con i genitori nel giardino pubblico davanti all’istituto.

Da lunedì sera la scuola è occupata da alcune decine di studenti, che si sono barricati dentro bloccando le lezioni e impedendo l’accesso ad alunni, docenti e personale amministrativo. Questo pomeriggio la dirigente Anna Maria Addabbo ha convocato un’assemblea dei genitori davanti alla scuola, per informarli su quanto accaduto. All’incontro hanno partecipato anche alcuni degli occupanti, che per ora hanno detto di voler continuare a impedire il blocco delle attività.

Fuori dall’istituto si è presentato anche personale della digos, che ha parlato con alcuni occupanti cercando di convincerli a desistere. I giovani rischiano una denuncia per interruzione di pubblico servizio. «È stato leso lo stato di diritto, ci vorrebbe un intervento più forte, uno sgombero», afferma la preside Addabbo. «Vengono lesi i diritti di docenti, studenti, personale amministrativo, e insieme agli uffici sono bloccate le assunzioni e la convocazione dei docenti precari». «Le forze dell’ordine – continua – sono venute e hanno spiegato ai ragazzi che stanno commettendo un reato, e le conseguenze che questo può portare». Gli occupanti, spiega ancora, «sono studenti anche esterni, che vengono da altre scuole».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.