L'accusa: gli occupanti sarebbero una minoranza

Firenze: liceo artistico di Porta Romana, prosegue l’occupazione. Documento di protesta di un gruppo di studenti contrari

di Paolo Padoin - - Cronaca, Cultura, Politica

Stampa Stampa
Liceo_Artistico

Liceo_Artistico

FIRENZE – Prosegue il blocco delle lezioni al liceo artistico di Porta Romana, a Firenze. Questa mattina, per la prima volta, alcuni dipendenti degli uffici hanno avuto accesso all’istituto per espletare alcune pratiche amministrative. La vicenda dell’occupazione, che oggi è stata trattata anche nel corso del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutosi in prefettura (ovviamente non avranno giudicato opportuno intervenire nell’imminenza della riunione Nato del 26-27 novembre), è seguita dalle istituzioni locali e dalle forze dell’ordine, che al momento non hanno ricevuto alcuna richiesta formale di sgombero.

Alcuni studenti che non aderiscono all’occupazione questa mattina si sono presentati fuori dall’istituto, ma non sono stati fatti entrare. “Noi ragazzi non occupanti – si legge in una nota diffusa attraverso l’ufficio stampa della scuola – ci schieriamo contro questa protesta perché crediamo che i problemi inerenti alla scuola sarebbero potuti essere risolti in maniera legale, tramite un forum o un’autogestione della durata di una settimana, attraverso appositi comitati”. “Purtroppo – continua il documento – non ci è stato chiesto nessun parere in quanto la decisione non è stata presa in maniera democratica”. Siamo sicuri – spiegano sempre i ragazzi – che per mezzo di azioni nella più completa legalità molti più studenti avrebbero potuto dare il proprio contributo.

E come al solito la volontà di un gruppo minoritario, che a detta dei professori sarebbe esterno alla scuola e aderisce a centri sociali e collettivi studenteschi, mortifica la maggioranza  che, invece, vorrebbe studiare.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Visto che manca poco più di un mese al Natale, aspetterei quel periodo per prendere una decisione. Buone vacanze, alla faccia della “tempestività” di azione.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.