Azzurri meglio nella ripresa

Italia opaca: solo 2-2 con la Romania di Tatarusanu. In gol Marchisio (rigore) e Gabbiadini. Pagelle

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Italia-Romania, Buffon e Rat

Italia-Romania, Buffon e Rat

BOLOGNA – Italia opaca, Conte arrabbiato. Il 2015 degli azzurri si chiude con un pareggio per 2-2 nello stadio Dall’Ara di Bologna, pavesato di bandiere romene. Dopo il ko di Bruxelles contro il Belgio, la Nazionale deve accontentarsi di un pari contro la Romania del bravissimo portiere della Fiorentina, Ciprien Tatarusanu, autore di parate decisive. Una partita, però, che si porterà dietro uno strascico lungo di polemiche: un rigore non concesso agli azzurri nel primo tempo; il raddoppio dell’Italia, segnato da Gabbiadini in presunto fuorigioco; anche il pari romeno è in sospetta posizione di fuorigioco.

C’è chi pala di squadra azzurra nervosa anche in previsione dell’Euro 2016 in una Francia considerata pericolosa per la minaccia di attentati, ma la realtà è che gli azzurri hanno deluso. Soprattutto nel primo tempo. Più convincente la ripresa. E infatti un’Italia dai due volti ribalta il risultato, ma poi incassa la rete del pareggio nel finale quando è in 10 contro 11 per l’infortunio di Gabbiadini a cambi già esauriti. Dopo la rete di Stancu all’8’ del primo tempo, nel secondo Marchisio (su rigore al 10’) e Gabbiadini (primo gol in azzurro al 21’) ribaltano il risultato, ma al 43’ Andone batte il neo-entrato Sirigu per il definitivo 2-2.

Si comincia con le due squadre accolte in campo dalla Marsigliese, l’inno francese che scalda i cuori del pubblico del Dall’Ara che poi rispetta come si deve il minuto di silenzio per le vittime degli attentati di Parigi. Nelle ultime gare l’Italia ha stentato in difesa e dopo appena 5 minuti l’ex Udinese Torje dà il primo avviso con un tiro dalla distanza che finisce alto. Tre minuti più tardi, però, ecco l’errore difensivo con Darmian e Bonucci che pasticciano e con Stancu che sfrutta il rimpallo e di destro batte Buffon. Gli azzurri accusano il colpo, il solo El Shaarawy tiene in ansia la difesa rumena, andando via a sinistra, ma all’occorrenza facendosi trovare pronto anche al centro dell’area (bravo Tatarusanu fermarlo al 39’).

Dopo un primo tempo deludente, buon finale per gli azzurri che al 45’ ci provano con Marchisio e, al 47’, invocano un rigore per la vigorosa spallata di Chiriches a Eder. Nella ripresa è un’altra Italia: al 9’ Grigore atterra l’attacante della Samp, questa volta il rigore è netto e dal dischetto Marchisio non sbaglia: 1-1. Conte al 15’ inserisce Montolivo, Okaka e Gabbiadini ed è proprio quest’ultimo a mettere dentro, di testa, su assist di Marchisio. Risultato capovolto e Italia che continua a spingere e cercare il gol. Ci va vicino El Shaarawy, sicuramente uno dei migliori, ma non è fortunato il Faraone. Sei le sostituzioni azzurre, c’e’ spazio anche per Sirigu, colpito più degli altri per gli attentati di Parigi che gli hanno portato via due amici, Conte gli concede il quindicesimo gettone in azzurro. La brutta notizia è l’infortunio di Gabbiadini all’85’, l’attaccante del Napoli è costretto ad abbandonare, l’Italia e’ costretta a chiudere in 10. Proprio in fondo arriva il 2-2, lo sigla Andone (in sospetta posizione di fuori gioco) che ribadisce in rete la respinta di Sirigu sul colpo di testa di Chiriches. Finisce in parità. E con Conte assai arrabbiato.

Tabellino

ITALIA (4-4-2): Buffon 6 (24′ st Sirigu 5.5), Darmian 5.5, Barzagli 5.5, Bonucci 5.5, Chiellini 6, Florenzi 6.5, Soriano 5 (15′ st Montolivo 6), Marchisio 6.5 (32′ st Parolo sv), El Shaarawy 6.5 (40′ st Candreva sv), Pellè 6 (15′ st Okaka 6), Eder 6.5 (15′ st Gabbiadini 6.5). All.: Conte 6.5

ROMANIA (4-2-3-1): Tatarusanu 6.5, Sapunaru 6, Chiriches 6.5, Grigore 5, Rat 5.5 (43′ st Filip sv), Pintilii (23′ st Prepelita sv), Hoban 6.5, Torje 6.5 (23′ st Andone 6.5), Budescu 5.5 (1′ st Maxim 6), Stancu 6.5 (43′ st Ivan 6), Keseru 5.5 (1′ st Sanmartean 5.5). All. Iordanescu 6.

Arbitro: Jaccottet (Svi) 6

Marcatori: nel pt 8′ Stancu, nel st 10′ Marchisio su rigore, 21’Gabbiadini, 43′ Andone

Ammoniti: Hoban per gioco falloso, Eder per simulazione

Note: 1′ di silenzio per le vittime degli attentati di Parigi e per quelle del rogo della discoteca di Bucarest

Spettatori 24 mila, incasso 227.990 euro

 

 

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.