Conferenza stampa a Roma

Monte dei Paschi di Siena, morte di David Rossi. La vedova: «Mai creduto al suicidio di mio marito»

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Mps, piazza Salimbeni a Siena

Mps, piazza Salimbeni a Siena

ROMA – Per Antonella Tognazzi non è possibile credere all’ipotesi del suicidio: «Mio marito non l’avrebbe mai fatto». Così, oggi 16 novembre, in una conferenza stampa a Roma del Movimento 5 Stelle, la vedova di David Rossi, il responsabile comunicazione del Monte dei Paschi di Siena deceduto il 6 marzo 2013 dopo essere caduto dalla finestra del suo ufficio.

Di ieri la svolta giudiziaria sul caso dell’uomo morto alla Rocca Salimbeni: la procura di Siena ha riaperto l’inchiesta, sulla base dell’istanza presentata dalla vedova di Rossi, i cui legali ipotizzano che si sia trattato di un omicidio «compiuto da almeno due persone» e non di un suicidio.

David Rossi, ex capo area comunicazione di Mps

David Rossi

«Non ho mai creduto all’ipotesi del suicidio, David non l’avrebbe mai fatto, non capiva cosa la Finanza o i magistrati avessero da chiedere a lui», ha risposto la signora Tognazzi ai giornalisti che le chiedevano se il marito fosse entrato in ansia per le perquisizioni ordinate all’epoca.

«Era preoccupato e sicuramente pressato dalla situazione lavorativa, la banca non attraversava certamente un bel periodo», ha spiegato la vedova di Rossi. «Mio marito non aveva nulla da dire in Procura, ne sono certa, ma evidentemente qualcuno con la coscienza poco pulita ha avuto un momento di panico», ha risposto ai cronisti a proposito di presunte rivelazioni che Rossi avrebbe voluto fare. Sulla riapertura delle indagini sulla morte di Rossi, decisa dal procuratore della Repubblica di Siena, Tognazzi ha detto che «è una magra consolazione ma è motivo di soddisfazione anche per chi con me ha seguito questa vicenda».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.