Giallo sulla presunta mente del commando

Parigi, Hollande: guerra all’Isis. I terroristi preparavano nuovi attacchi. Morto il cane poliziotto Diesel, eroe del web

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica, Top News

Stampa Stampa

 

Arresto di un terrorista

Arresto di un terrorista

PARIGI – Cinque giorni dopo gli attentati di Parigi, le forze speciali della polizia francese hanno sferrato un blitz a caccia dell’uomo considerato la mente della strage: Abdelhamid Abaaoud, il 28enne jihadista belga di origine marocchine di cui si sono perse le tracce da mesi. Ancora non è chiaro se il terrorista sia stato arrestato né tantomeno ucciso. Nel blitz sono morti una donna-kamikaze che si è fatta esplodere e un altro terrorista. Sette persone sono state arrestate.

diesel1ST DENIS – L’operazione a Saint Denis, sobborgo alla periferia settentrionale di Parigi, è cominciata alle 04:20 ed è terminata 7 ore dopo. La donna-kamikaze ha azionato il giubbotto esplosivo che portava indosso “all’inizio dell’assalto”, ha spiegato il procuratore di Parigi, Francois Molins. Secondo l’emittente Bmftv, era una parente del jihadista belga addestratosi in Siria. Un altro terrorista è stato “ritrovato morto al termine dell’operazione”, colpito dai “proiettili e granate” lanciate dalle forze di sicurezza. Almeno cinque agenti del Raid, le teste di cuoio della polizia francese, sono rimasti feriti lievemente. È morto invece un cane addestrato della polizia, Diesel, un pastore tedesco femmina di 7 anni, che è subito diventato l’eroe del web.

DEFENSE – Secondo una fonte, i terroristi “progettavano un attentato alla Defense”, il quartiere finanziario nella parte occidentale di Parigi. Il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve ha confermato che i terroristi avrebbero colpito di nuovo Parigi. Tra le persone fermate, tre sono state catturate dalla polizia nell’appartamento assediato per ore, due sono stati acciuffati mentre “cercavano di nascondersi tra le macerie”, e gli ultimi due -ha precisato ancora il procuratore- sono il proprietario dell’appartamento che ha dato rifugio ai terroristi e uno dei suoi parenti. Uno è stato portato via in manette, circondato dalle teste di cuoio, con la sola maglietta indosso, nudo dalla cintola in giù. Sulla sorte di Abbaoud, nome de guerres Abou Omar Soussi o Abou Omar al-Baljiki (il ‘belga’) per ora nessuna conferma ufficiale, anche se secondo il giornale belga Derniere Heure, sarebbe morto nel blitz.

HOLLANDE – “Operazioni come questa ci confermano ancora una volta che siamo in guerra contro il terrorismo”, ha detto il presidente francese, François Hollande, nel primo pomeriggio, dinanzi a 2mila sindaci, usando per la seconda volta in pochi giorni il termine ‘guerra’. “E non è la Francia, è l’Isis che ha dichiarato la guerra”, ha aggiunto, esortando a “formare una coalizione internazionale contro l’Isis”.

RENZI – Ma Renzi nicchia e dichiara: “”Il presidente Hollande deve rispondere a un paese scosso. Se ha utilizzato quelle parole lo ha deciso con cognizione di causa. Io voglio sperare di non trovarmi in una situazione del genere”.

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.