Sono scattate due denunce

Arezzo, scuolabus non omologato e con falso logo della Regione Toscana

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Scuolabus

Uno scuolabus in attività

AREZZO – Uno scuolabus che stava trasportando a scuola bambini delle scuole elementari, per conto di un comune dell’Aretino, è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza.

A un controllo, il mezzo è risultato non omologato per tale scopo e con tanto di logo della Regione falsificato. E’ risultato essere in realtà un semplice veicolo per il trasporto promiscuo di persone e cose, modificato nelle caratteristiche funzionali e nei dispositivi di equipaggiamento con l’aggiunta di sedili per trasportare più persone di quelle previste dalla carta di circolazione.

La mattina del fermo a bordo del veicolo si trovavano 12 bambini più il conducente quando invece da carta di circolazione il mezzo avrebbe potuto trasportare solamente 9 persone. Da lì l’immediata denuncia nei confronti dell’autista e del titolare della ditta per aver posto in pericolo la sicurezza del trasporto pubblico scolastico.

Dalle indagini incrociate con la motorizzazione di Arezzo è emerso poi che la ditta proprietaria del veicolo sequestrato agiva in sub-concessione di altra società, che era la reale affidataria, nonché responsabile del servizio di trasporto pubblico scolastico per conto di un comune dell’aretino. Inoltre, per far credere che il servizio fosse adibito al servizio di trasporti regionali, erano stati apposti adesivi e loghi della Regione Toscana. E’ stata infine interessata la Procura Regionale della Corte dei Conti di Firenze per l’eventuale danno erariale patito dal comune, quale ente pagatore del servizio per circa 100 mila euro.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.