L'iniziativa del comune e della Coop22

Montemurlo: migranti fanno gli attori nella commedia «una nuova odissea »

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

Stampa Stampa
Montemurlo

Montemurlo

MONTEMURLO  – I profughi diventano attori e mettono in scena “Una nuova Odissea”. Succede a Montemurlo (Prato). Il debutto è in programma per giovedì, alle 21.30, nella sala grande di Officina Giovani. In una nota il Comune spiega che gli attori sono “i richiedenti asilo del centro di accoglienza straordinaria gestito dalla Coop22”. Regista è Stefano Luci.

Lo spettacolo è “una trasposizione moderna del capolavoro di Omero, per affrontare la tragedia della migrazione attraverso il Mediterraneo di migliaia di disperati in fuga da povertà, violenza e guerra. I migranti vestono i panni di ‘nuovi Odissei’ e affrontano un viaggio fatto di travagli, dolori, pericoli, incontri ed ostacoli”.
“Un messaggio universale che appartiene all’uomo di tutte le epoche – spiega il regista, diplomato all’Accademia Paolo Grassi di Milano, direttore artistico di ‘CiurmaStorta’ (compagnia teatrale che cura lo spettacolo) ed educatore della Coop22 -. I ragazzi stanno lavorando allo spettacolo da luglio scorso. Hanno messo insieme le loro diverse etnie, religioni, nazionalità, il conflitto nei Paesi di origine, e qui hanno dato vita ad un lavoro pieno di armonia”.
L’iniziativa si svolge con il patrocinio dei comuni di Prato e di Montemurlo.

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.