Terminata la gara divampa la polemica

Toscana, trasporto su gomma: Autolinee Toscana (la francese Ratp) vince la gara. Ma i concorrenti (Mobit) annunciano ricorso

di Redazione - - Cronaca, Economia, Top News

Stampa Stampa

trasporto Toscana

FIRENZE – È stata assegnata al raggruppamento Autolinee Toscana Spa (legata al gruppo francese Ratp) la gara unica per il Tpl toscano del valore di 4 miliardi di euro in 11 anni. L’annuncio è stato dato dal presidente della Regione Enrico Rossi, insieme all’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli.

GARA – Autolinee Toscana ha ottenuto un punteggio di 99,54 punti mentre Mobit, che riunisce tutte la aziende dei trasporti della Toscana, ha ottenuto 94,03 punti. Al momento, l’assegnazione è in via provvisoria. Prima dell’aggiudicazione definitiva, ha spiegato Ceccarelli, saranno necessari altri 2-3 mesi per le verifiche dei requisiti.

REGIONE – “Stiamo arrivando ad un obiettivo importante sul quale abbiamo speso la scorsa legislatura – ha ricordato Ceccarelli -, ovvero la riorganizzazione del Tpl. La Toscana garantirà il diritto dei cittadini alla mobilità”. L’assessore ha ricordato che con la gara sarà tutelato il lavoro e che “non ci saranno licenziamenti, anche grazie agli accordi con i sindacati e grazie a 81 milioni di euro per riconvertire il personale in esubero”. Con la gara, ha spiegato ancora Ceccarelli, avremo “una rete più integrata tra urbano e extraurbano e tra ferro e gomma. Ci sarà l’integrazione dei titoli di viaggio con un unico biglietto e tariffe omogenee e integrate in tutta la regione”. Il costo biglietto per il trasporto urbano, ha detto ancora, per 2 anni dovrà rimanere quello attuale, pari a 1,20 euro. Secondo Rossi “dal 2010 in poi la Toscana, con le cosiddette liberalizzazioni, ha prodotto il miglioramento dei servizi.Avremo una società unica e abbiamo superato 14 Cda. E’ un bel passaggio”.

MOBIT – L’azienda che si è classificata seconda contesta e dichiara: “Inizia ora la fase più importante del lavoro: la verifica dei requisiti dei partecipanti. In questa fase si dovrà accertare, sulla base della normativa nazionale ed europea, la legittimità o meno, della partecipazione dei concorrenti e, fra questi, di Autolinee Toscane, soggetto controllato al 100% da Ratp, che ha procurato l”avvalimento’ alla controllata”. “Oggi – prosegue Mobit – abbiamo appreso semplicemente che entrambe le offerte sono congrue e che, sulla base di tale verifica, il punteggio dell’offerta di Autolinee Toscane, in virtù del maggior ribasso economico offerto, è superiore a quello di Mobit, ma siamo fermamente convinti, sulla base di evidenze legali, dell’inammissibilità dell’offerta di Autolinee Toscane-Ratp e ci riserviamo ogni iniziativa a tutela delle nostre aziende e dei loro soci, pubblici e privati. In tale logica oggi stesso abbiamo presentato, ai sensi di legge, la richiesta di accesso agli atti, che ci auguriamo venga evasa quanto prima”.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.