Le ricette di Anna Maria

Menù del giorno del Ringraziamento, Thanksgiving menu

di Anna Maria Tinti - - Ricette veloci e gustose

Stampa Stampa

 

menu ringraziamento
E’ una ricorrenza molto sentita quella che negli Stati Uniti cade annualmente il quarto giovedì di novembre: la celebrazione della Festa del Ringraziamento.

Le sue origini risalgono al 1621, ovvero l’ anno dopo lo sbarco dal Meyflower dei  coloni nel  nuovo mondo. Molti di essi erano  morti a causa di malattie durante l ‘inverno che era seguito al  loro arrivo, ed allora in quel giorno vollero celebrare il successo del loro primo raccolto organizzando una Festa alla quale invitarono i nativi americani.
Nel menù di quel primo Ringraziamento ci furono sicuramente alcuni ingredienti e  pietanze che divennero in seguito tradizionali per questo giorno, quali il tacchino, la zucca, i cereali, le  patate insieme ad altri tipi di carni bianche, pesci, molluschi ed anche frutta secca ed arachidi.

Le tre ricette che vengo a proporvi fanno quindi parte ancora oggi di un menu’ tipico per il pasto del ringraziamento. Per la cottura del pezzo di tacchino ho scelto una ricetta che viene dal sud degli States e che rende la carne gustosa, succosa e la pelle croccante; come pure la frittura in immersione in olio preferibilmente di arachidi, ma se siete allergici alle arachidi usate un altro olio a vostra scelta. Alcune famiglie che invitano molte persone cuociono un tacchino intero la cui frittura comporta non poche complicazioni e precauzioni, ecco perché, per un menu’ per 4/6  persone, ho scelto la meta’ di un petto di tacchino, un peso pertanto che si aggira sui 500 gr.

PETTO DI TACCHINO  FRITTO CON SALSA DI CRANBERRY

INGREDIENTI

-mezzo petto di tacchino sui 500 gr  in un solo pezzo

-1/2 cucchiaio di sale

-1/2 cucchiaio di cipolla in polvere

-1/2 cucchiaio di pepe nero macinato

-1/2 cucchiaio di peperoncino rosso tritato

-1/2 cucchiaio di aglio in polvere granulato

-1/2 cucchiaio di  paprika dolce

-1/2 cucchiaio di origano secco

-olio di arachidi per friggere o altro olio a scelta
TEMPO DI PREPARAZIONE: 1 notte in frigo del pezzo di carne ad insaporire + 25/30 minuti di cottura
ISTRUZIONI
Se si e’ comperato un petto di tacchino congelato, assicurarsi che sia ben scongelato prima di prepararlo.
Lavarlo ed asciugarlo bene.
In una busta di plastica abbastanza grande da contenere il petto, mettere tutti gli ingredienti  che servono per insaporirlo. Agitare bene per mischiare le spezie quindi inserire la carne, chiudere la busta e scuotere a fondo per fare in modo che le spezie vadano a ricoprirlo tutto.
Estrarre il petto e con le mani premere e strofinare gli odori per spalmare uniformemente  gli ingredienti sulla carne.
Avvolgerlo ora in carta di alluminio e lasciarlo in frigo per tutta  la notte ad insaporire.
Il giorno seguente togliere il tacchino dal frigo per fargli raggiungere la temperatura ambiente, prima di metterlo nell’ olio di cottura.
MISURARE LA QUANTITA’ DI OLIO NECESSARIA ALLA COTTURA

 

E’ importante sapere esattamente quanto olio ci serve affinché non fuoriesca dalla pentola quando inseriamo la carne o, al contrario, che non la sommerga totalmente. Per far cio’ dobbiamo prendere la pentola nella quale  verra ‘ fritto il tacchino e posizionarvi  il petto ancora ben avvolto nella carta di alluminio, quindi versarvi dell’ acqua fino a che ricopra sufficientemente il pezzo di carne- questa sara’ la quantita’ di olio di frittura necessaria-.

Se si ha un fornello a gas da poter usare all’esterno tanto meglio, altrimenti usare il fuoco di casa usando tutte le precauzioni necessarie quali accendere un aspiratore e facendo attenzione a non far raggiungere all’ olio una temperatura superiore a 165 gradi centigradi ( munirsi di termometro per alimenti).

Mettere quindi la pentola sul fuoco con l’ olio necessario ed  attendere che  raggiunga la temperatura idonea, che si ripete, 165 gradi centigradi
Nel frattempo  togliere la carta di alluminio e assicurarsi che la carne da friggere sia ben asciutta.
Quando l’ olio e’ a temperatura, con molta cautela inserire il petto di tacchino controllando che sia coperto dall’ olio. Mettere il coperchio alla pentola e lasciar cuocere.
Per il nostro pezzo di tacchino di 1/2 kg di peso saranno necessari circa 25 minuti di cottura.
Per esseri certi che il pezzo sia cotto, facciamo uso di  un termometro per alimenti da inserire nel centro, laddove la temperatura dovra’ segnare 75 gradi centigradi. Ci si potrà assicurare della giusta cottura usando uno spiedino da inserirlo nel centro della carne;  se il liquido che ne esce non sara’ piu’ rosa,  spegnere l’ olio e con cautela estrarre il pezzo di carne mettendolo a scolare su carta da cucina coprendolo con dell’ alluminio.
Attendere  dieci minuti  prima di tagliarlo per far ridistribuire i succhi della carne.
INGREDIENTI DELLA SALSA DI CRANBERRY
-500 gr di cranberry freschi o congelati

-200 gr di zucchero

-250 dl di acqua o succo di arancia

-a scelta, anche tutti o parte dei seguenti ingredienti:

noci, cannella, noce moscata, all spices, mirtilli, uva sultanina, buccia di arancia candita
PREPARAZIONE

In un colino sciaquare bene il cranberry.
Mettere a bollire una pentola con l’ acqua o succo di arance, unire lo zucchero mescolando bene per farlo sciogliere fino a che inizi a bollire.
Versare il cranberry e far riprendere il bollore.
Abbassare il fuoco e far sobbollire per 10 minuti finche’ il cranberry sia scoppiettato e tutto aperto ; quindi  aggiungere le spezie scelte e spegnere il fuoco.
La salsa si ispessira’ man mano che raffredda.

PURE’ DI PATATE ALL’ ERBA  CIPOLLINA  ED AGLIO

-1+ 1/2 kg di patate sbucciate e tagliate in pezzi

-sale e pepe macinato al momento

-180 dl di panna da cucina

-100 gr di burro

-1 spicchio di  aglio tritato

-erba cipollina tritata

-foglioline fresche di timo
PREPARAZIONE
Mettere al fuoco una pentola con le patate a pezzi ed acqua fredda fino a coprirle, salare,
portare a bollore e far cuocere a fuoco dolce fino a che siano tenere- circa 25/30 minuti-
poi scolarle bene.
Nel frattempo in una padella far sciogliere il burro, unire la panna da cucina, l’aglio tritato e il timo.
In una insalatiera passare le patate al passapatate.
Cominciare a versare sulle patate un poco di panna  e burro tiepido,  poco alla volta, mescolando con una frusta e lavorando  fino ad aver amalgamato il tutto e il purè risulti ben montato e soffice.
Guarnire con erba cipollina.

TORTA DI ZUCCA CON GLASSA AL PHILADELPHIA

TEMPO DI PREPARAZIONE:

10 minuti + 30 minuti di  cottura in forno
INGREDIENTI
-2 uova

-225 gr di zucchero

-225 gr di farina

-250 gr di zucca cotta e passata o 1 barattolo di purè di zucca

-100 gr di olio extra vergine di oliva

-un pizzico di sale

-una bustina di vaniglina

-una bustina di lievito per dolci

-un pizzico di cannella

-un  pizzico di noce moscata

-un pizzico di ginger

-un pizzico di macis
PER LA GLASSA DI COPERTURA
-200 gr di formaggio philadelphia

-50 gr di burro ammorbidito

– vaniglina

– un pizzico di sale

-250 gr di zucchero in polvere

PREPARAZIONE
Accendere il forno a 180 gradi.
Foderare uno stampo rettangolare con alluminio e imburrarlo.
In un contenitore  riunire le uova, lo zucchero, il passato di zucca, l’ olio, la vaniglina e le spezie e mescolare bene con una frusta elettrica.
Unire ora, poco alla volta, la farina, il lievito ed il sale continuando ad usare la frusta.
Versare il preparato nella teglia,  livellare bene ed infornare.
Cuocere  per circa 30 minuti, fino a che inserendo nel centro uno stuzzicadenti esso uscira’ asciutto.
Togliere il dolce dal forno e lasciarlo raffreddare su una griglia.

Nel frattempo  si passerà a preparare  la  GLASSA AL PHILADELPHIA

In un contenitore unire il Philadelphia, lo zucchero a velo, il burro ammorbidito e il  sale.
Mescolare ben bene con la frusta elettrica fino a che  il tutto sia soffice e spumoso.
Porre il dolce freddo sul piatto di servizio e cospargere  la glassa sulla parte superiore in uno strato omogeneo e livellato.
Questo dolce non ha bisogno di refrigerazione.

Tag:

Anna Maria Tinti

Anna Maria Tinti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.