Per il rinnovo dei contratti

Pubblica amministrazione: manifestazione nazionale sabato 28 a Roma. Oltre 2.500 toscani in corteo

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Stampa Stampa
sindacati pubblici

sindacati pubblici

ROMA – Pubblico6Tu, ContrattoSubito”, dietro queste parole sabato 28 novembre a Roma migliaia di lavoratrici e lavoratori dei servizi e dei settori pubblici sfileranno lungo le vie della Capitale per rivendicare il diritto al rinnovo dei contratti nazionali, dopo sei anni di blocco della contrattazione. Le categorie regionali del pubblico impiego e  della scuola di Cgil, Cisl e Uil della Toscana hanno organizzato 50  pullman che porteranno oltre 2.500 toscani (più altri che useranno il  treno o l’auto propria).

Oltre 25 sigle, in rappresentanza di scuola, sanità, funzioni centrali, servizi pubblici locali, sicurezza e soccorso, università, ricerca, afam e privato sociale, manifesteranno da piazza della Repubblica, dove alle ore 12 è previsto il concentramento, a piazza Madonna di Loreto a Roma, nei pressi di piazza Venezia, dove si terranno i comizi finali, tra gli altri, dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

Queste in sintesi le ragioni della manifestazione: rinnovare il  Contratto nazionale, scaduto da oltre sei anni; stanziare risorse  adeguate nella legge di Stabilità per i contratti pubblici, ben oltre  la ‘mancia’ proposta dal governo; liberare dai vincoli la contrattazione  decentrata, la sola via per migliorare l’organizzazione del lavoro e la  qualità dei servizi pubblici; valorizzare il lavoro pubblico e i  servizi pubblici, contro le scelte sbagliate del Governo e contro i tagli che riducono i diritti di tutti; rivendicare risposte per i  precari e per l’occupazione tutta, a partire dal contrasto alle nuove e
intollerabili misure che bloccano il turn over; lavorare per la pace,  ovunque nel mondo, contro il terrorismo, la guerra e la paura. Una giornata di mobilitazione, spiegano Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa, “per lanciare un messaggio al governo: se davvero vuol cambiare il paese non può lasciare i settori e servizi pubblici a un destino di abbandono. Una tendenza da invertire attraverso il contratto e non con le imposizioni legislative: la sola via per un cambiamento vero che investa su professionalità e competenze e che migliori i servizi ai cittadini”.

Percorso – Il percorso della manifestazione prevede la partenza da piazza della Repubblica, con concentramento alle ore 12, per poi proseguire verso piazza dei Cinquecento, via Cavour, via dei Fori Imperiali, piazza Madonna di Loreto (adiacente piazza Venezia)

Web e social – La manifestazione sarà trasmessa in diretta streaming (qui il codice <iframe width=”360″ height=”288″ frameborder=”0″ src=”http://www.cst-ciccarelli.it/stream/embednk.php”; scrolling=”no”></iframe>) e sui social (da Facebook a Twitter)  gli hashtag di riferimento  sono: #contrattosubito, #28nov e #pubblico6tu.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.