Accordo nella notte fra aziende e sindacati

Trasporto pubblico locale: contratto di lavoro rinnovato dopo 7 anni di trattative

di Redazione - - Cronaca, Economia, Top News

Stampa Stampa
Venerdì sciopero del trasporto pubblico locale di 24 ore

trasporto pubblico locale

ROMA – Un esempio illuminante di come vanno ancora le cose in Italia. Dopo addirittura 7 anni di trattative, è stato firmato il contratto collettivo nazionale del Trasporto pubblico locale.

SINDACATI – Lo fa sapere la Fit-Cisl: “un successo sindacale di straordinaria importanza, soprattutto in questa fase storica”, lo ha definito il segretario generale Giovanni Luciano. Mi sembra un’esultanza fuori luogo, visto il tempo spropositato che è stato necessario per l’accordo.

“Le cifre economiche di 100 euro di aumento medio delle retribuzioni, unitamente alla tranche finale di 600 euro dell’una tantum, che si aggiunge ai 700 euro già erogate nel 2013 (e ai 60 euro di aumento del 2008) e, soprattutto, la conquista di 100 euro messe a sostegno di previdenza integrativa e assistenza sanitaria, fanno sì che questa firma – conclude – sia da salutare con soddisfazione”, conclude il sindacalista.

AZIENDE – Si autoelogiano anche le aziende del trasporto. “Con questo accordo le parti sociali del settore hanno dimostrato di avere senso di responsabilità e le aziende di avere la capacità di essere vere imprese”.Questo il commento di ASSTRA e ANAV, le associazioni imprenditoriali del trasporto pubblico locale che stanotte hanno sottoscritto con i rappresentanti sindacali di FILT CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FAISA CISAL e UGL FNA l’accordo che rinnova il contratto nazionale della categoria per il periodo 2015-2017. La vertenza, spiega una nota, si è conclusa dopo un confronto serrato ed una non stop di due giorni quando finalmente “è stato trovato l’equilibrio necessario tra le difficoltà del settore e le legittime aspettative dei lavoratori”. Nel far presente che l’accordo sottoposto nei prossimi giorni al vaglio delle imprese e dei lavoratori, la nota sottolinea che quello di stanotte “è il primo contratto autoferrotranvieri sottoscritto senza interventi esterni delle istituzioni a copertura dei costi”. E questo è senza dubbio un fattore positivo.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.