Chiedono la riforma del processo penale

Avvocati in sciopero: astensione nella «giornata dei braccialetti elettronici»

di Redazione - - Cronaca, Economia, Top News

Stampa Stampa

avvocatoROMA – La “giornata dei braccialetti elettronici”. E’ stato questo il tema, a Roma, della prima delle cinque giornate di astensione proclamate dall’Unione delle Camere penali italiane per chiedere una riforma organica del processo penale. Carcere come “extrema ratio” ed un utilizzo più massiccio dei braccialetti elettronici. E’ quanto chiedono gli avvocati romani, aderendo ad una proposta della Camera Penale di Firenze. Uno strumento, il braccialetto, poco utilizzato, sostengono i penalisti della capitale, non solo per la scarsa disponibilità dei dispositivi, malgrado i 124 milioni di euro spesi nel 2000, ma anche perché la linea prevalente dell’Ufficio Gip “è quella di procedere alla concessione degli arresti domiciliari, indipendentemente dalla disponibilità dei cosiddetti braccialetti elettronici”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.