Il saluto del sindaco Nardella

Firenze, Scuola Marescialli dei carabinieri: inaugurato l’anno accademico 2015-2016. E finalmente è pronta la nuova sede a Castello

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia

Stampa Stampa
La nuova Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri in corso di costruzione a Castello

La nuova Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri a Castello

FIRENZE – Mentre nell’area di Castello si danno gli ultimi ritocchi alla nuova, imponente Scuola Marescialli e Brigadieri dei carabinieri (dopo lunghissimi anni di lavori e di ostacoli di ogni tipo), in Palazzo Vecchio è stato inaugurato l’anno accademico 2015-2016. Il trasferimento totale da piazza della Stazione a Castello è dato per imminente.  Alla cerimonia, nel Salone dei Cinquecento, hanno partecipato il Comandante delle Scuole dell’Arma dei Carabinieri, generale Umberto Pinotti e le autorità civili e militari regionali. Il sindaco, Dario Nardella, ha ricordato la quasi centenaria presenza della Scuola a Firenze formulando l’augurio “di cuore e a nome della città di e dei suoi concittadini di un proficuo anno accademico nel quale prepararsi per la vita”.

Il generale Aldo Visone, comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri, ha illustrato le attività didattiche  in collaborazione delle Università di Roma “Tor Vergata” e di Firenze, nelle sue sedi di Velletri e Firenze, dove vengono svolti i corsi di formazione triennali, ringraziando i docenti per la loro “opera volta a favorire la crescita professionale degli allievi, mirata ad assicurare risposte sempre più dirette a garantire la protezione sociale con il senso di responsabilità che promana dall’appartenenza all’Istituzione”.

Ricordata durante la cerimonia la figura professionale del capitano Alessandro Casario, comandante della 27a Compagnia del 2/o Reggimento Allievi Marescialli di Firenze, recentemente scomparso in un incidente stradale. Il generale Pinotti ha evidenziato i valori tradizionali dell’Arma e “lo spirito di servizio da rivolgere alle nostre genti”. Al termine del suo intervento, ha dichiarato aperto l’anno accademico 2015 2016,  “grande parte del quale – ha aggiunto – si svolgerà presso la nuova sede di Firenze Castello”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.