Un nuovo spazio per la città

Firenze: appuntamento a primavera con il risplendente Museo degli Innocenti

di Cristina Degl'Innocenti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Un immagine di come si presenterà la futura caffetteria del museo

Un immagine di come si presenterà la futura caffetteria del museo

FIRENZE – Apre il Museo degli Innocenti, dopo un lungo percorso, iniziato nel 2010 con la firma dell’accordo di programma tra Stato e Regione Toscana. E proseguito attraverso la collaborazione tra Istituto degli Innocenti e Regione Toscana, con il supporto di varie istituzioni culturali come le Soprintendenze, l’Opificio delle Pietre Dure e le Università. Il valore del progetto  ammonta a 12 milioni e 800 mila euro, di cui ben 7 milioni e 200 mila euro provengono dal finanziamento regionale, il resto da risorse dell’ente. La progettazione architettonica e dell’allestimento è stata affidata a un gruppo di architetti vincitori di un concorso internazionale bandito nel 2008 dall’Istituto.

Saranno in totale 1456 mq di percorso espositivo disposto su tre livelli e 1655 mq per eventi temporanei e attività educative. Grazie a due nuovi ingressi aperti su piazza Santissima Annunziata il museo renderà fruibile il patrimonio artistico, monumentale e storico dell’Istituto e offrirà alla città laboratori artistici per bambini e famiglie, mostre temporanee, un punto accoglienza per residenti e turisti che vogliono visitare la città, spazi per convegni e attività di formazione, un bookshop specializzato per bambini e ragazzi, e una caffetteria. «Con il nuovo Museo degli Innocenti, l’Istituto vuole valorizzare il suo patrimonio culturale, raccontando la storia dell’Istituzione e la vita quotidiana dei bambini e delle donne che qui sono vissute – dice Alessandra Maggi, presidente dell’istituto degli Innocenti -. Sarà un nuovo spazio aperto alla città, in sintonia con la tradizione di un’istituzione che da secoli è sinonimo di diritti e tutela per i bambini. Con il Museo degli Innocenti l’Istituto salvaguarda un patrimonio unico al mondo e rinnova la sfida di sempre: far crescere una cultura che guardi con più attenzione e cura alle nuove generazioni. Una sfida che chiama a raccolta il sostegno di tutta la società».

L’Istituto degli Innocenti è stata la prima istituzione laica nel mondo a occuparsi in maniera esclusiva di assistenza ai bambini. L’immenso patrimonio conservato dal 1419, anno della fondazione dello Spedale, sarà sistemato per offrire a Firenze un nuovo museo dedicato all’infanzia e alla sua storia. Nel seminterrato un itinerario storico racconterà l’evoluzione degli Innocenti e dell’assistenza all’infanzia, dalla fondazione dell’ente fino ad oggi. Il nuovo museo racconterà tutta la storia dell’istituzione come l’antico Spedale, divenuto poi Brefotrofio, sia infine diventato un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per l’infanzia e l’adolescenza. Nei cortili si svilupperà un percorso architettonico, per scoprire la storia della Fabbrica e gli interventi che nel tempo hanno adeguato gli spazi alle esigenze dell’accoglienza. Il museo accoglierà inoltre circa ottanta opere, tra cui i capolavori di artisti come Luca e Andrea della Robbia, Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Piero di Cosimo.

Tag:, ,

Cristina Degl'Innocenti

Cristina Degl'Innocenti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.