L'Assessore della giunta regionale genovese pronto a un incontro.

Massa: la CNA ( Confederazione artigiani) lancia un referendum per l’annessione alla Liguria. Contro la Toscana

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Le Alpi apuane in provincia di Massa Carrara

Le Alpi apuane in provincia di Massa Carrara

MASSA CARRARA – La Cna di Massa Carrara chiede “un referendum popolare per annettere la provincia di Massa Carrara alla Regione Liguria”. La principale associazione degli artigiani apuani si dice “preoccupata per il processo di smembramento, e per il crescente disinteresse nei confronti del
territorio apuano, da parte della Regione Toscana e del Governo centrale, che non hanno riconosciuto lo stato di area di crisi complessa, favorendo, come indiretta conseguenza, Livorno e Piombino, che invece stanno godendo di agevolazioni e di un progetto di rilancio”.
“Di fronte all’abbandono totale di questo territorio – spiega il presidente Cna di Massa Carrara Paolo Bedini – forse la risposta migliore sarebbe indire un referendum popolare per il distacco della provincia di Massa Carrara dalla Regione Toscana e la successiva aggregazione alla Liguria. Già una volta – conclude Cna – avevamo ipotizzato un trasferimento di aziende sul versante Ligure. Chiederemo, nelle prossime settimane, un incontro con il governatore della Regione Liguria, per capire se l’eventuale accorpamento delle Autorithy, non possa essere solo l’inizio di un percorso di inclusione del territorio apuano in Liguria”.

LIGURIA – L’assessore regionale allo Sviluppo Economico Edoardo Rixi della regione Liguria si dice favorevole a un incontro e spiega: “Siamo pronti ad accogliere i fratelli toscani della provincia di Massa Carrara e a sostenere la proposta di referendum popolare lanciata dagli artigiani della Cna. Saremmo contenti di abbracciare la provincia di Massa Carrara”. Rixi, quindi, si dice pronto a un incontro con l’associazione degli artigiani per elaborare una strategia comune. “È evidente che il governo delle chiacchiere di Renzi stia deludendo tutti – dice Rixi –  anche quelle province tradizionalmente ‘rosse’, perché ha abbandonato i territori nella smania della centralizzazione dei poteri: i lavoratori, gli artigiani e le piccole e medie imprese siano stufi di promesse a cui non seguono strategie precise per il rilancio dell’economia. In Regione Liguria stiamo lavorando per creare sviluppo, nonostante Renzi: se i massesi e i carrarini vorranno aderire al nostro progetto, ben vengano”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.