Lavori assembleari anche in notturna

Toscana, riforma della sanità: seduta fiume del Consiglio regionale, ritirati 3 mila emendamenti

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Stampa Stampa
Il Consiglio regionale della Toscana

Il Consiglio regionale della Toscana

FIRENZE – Sono ripresi oggi 17 dicembre, e andranno avanti anche nel fine settimana, i lavori della seduta fiume del Consiglio regionale sul nuovo riordino della sanità toscana. La discussione è stata interrotta ieri dopo l’approvazione dell’articolo 27, dei 151 che compongono la nuova riforma.

Sul tavolo migliaia di emendamenti presentati dalle opposizioni per protesta contro il nuovo riordino sanitario che inficia il referendum abrogativo, per il quale sono state raccolte 55 mila firme, della precedente riforma sanitaria approvata a primavera (poco prima della fine della precedente legislatura).

L’interruzione ha permesso di svolgere stamani le commissioni, in particolare quella sul bilancio 2016 e sulla legge finanziaria della Regione che devono andare all’esame al più presto per non correre il rischio dell’amministrazione controllata. Il lungo protrarsi dei lavori assembleari sulla riforma sanitaria pone però a rischio l’approvazione dei provvedimenti finanziari che a questo punto potrebbero sforare i tempi previsti. Ipotesi assolutamente invisa all’assessore toscano al bilancio Vittorio Bugli.

Dal canto suo l’assessore alla Salute, Stefania Saccardi, ha spiegato: «Stiamo dialogando con le opposizioni. Ieri sera hanno dato un messaggio di attenzione, ritirando circa 3.000 emendamenti sull’articolo 27 della proposta di legge». «Il gruppo del Pd è compatto – ha aggiunto Saccardi -, sarà disponibile a stare in aula anche in notturna per tutto il tempo che sarà necessario. Ma io credo che non si darebbe una grande immagine ai nostri cittadini se forze politiche, di maggioranza e di opposizione, non riuscissero a trovare un punto di incontro e il modo di dare tutti un contributo fattivo a una sanità, che è comunque riconosciuta come una delle migliori d’Italia».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.