Si è sempre proclamato innocente

Firenze, attentato al cardinale Betori: Elso Baschini torna in libertà

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Per l'agguato al vescovo Elso Baschini è stato condannato

Elso Baschini

FIRENZE – La prima sezione della corte d’appello di Firenze ha revocato la misura degli arresti
domiciliari e del braccialetto elettronico a Elso Baschini, 76 anni, condannato per l’aggressione nel novembre 2011 nel cortile della curia di Firenze contro il cardinale Giuseppe Betori.

Secondo quanto ricostruito, l’arcivescovo di Firenze fu minacciato con una pistola puntata alla testa, e il suo segretario don Paolo Brogi fu ferito da uno sparo con un proiettile che non è stato possibile estrarre dal corpo. Apprendendo la notizia Baschini ha detto al suo difensore, avvocato Cristiano Iuliano, «Sono contento, farò il Natale da libero».

Baschini, comunque, dovrà osservare l’obbligo di firma due volte alla settimana in attesa del nuovo processo di appello stabilito dalla Cassazione. Per l’aggressione al cardinale e il ferimento grave del
sacerdote in curia, il 76enne era stato condannato – per lesioni gravissime, ma non per tentato omicidio – in appello a 9 anni e un mese ma la Suprema Corte ha annullato la sentenza con rinvio e nuovo processo di appello. Baschini continuerà a vivere nell’alloggio che gli era già stato messo a disposizione dall’istituto religioso di Firenze Rifredi dove è rimasto agli arresti domiciliari finora.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.