Contestata la militarizzazione del Corpo

Corpo Forestale dello Stato, decreto di riordino rinviato. E i sindacati stoppano le proteste

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Il recente sit in vicino a casa Renzi

Pontassieve, il recente sit-in delle forze dell’ordine vicino alla casa del premier Renzi

ROMA – «Prendiamo atto del rinvio della pubblicazione del decreto legislativo sulla riorganizzazione delle funzioni di polizia e, nelle more della ripresa del confronto, sospendiamo per il momento tutte le iniziative di protesta programmate, a partire da quella che avevamo previsto per oggi a Pontassieve». Questa la dichiarazione, effettuata domenica 27 dicembre, da Marco Moroni, Danilo Scipio, Andrea Laganà, Francesca Fabrizi e Maurizio Cattoi, leader dei principali sindacati del Corpo forestale dello Stato.

«Nell’auspicio che tale rinvio consenta una più profonda riflessione sul futuro del Corpo forestale – dicono Sapaf, Ugl-Cfs, Snf, Cgil-Cfs e Dirfor -, chiediamo nuovamente al Presidente del consiglio Matteo Renzi di convocare le rappresentanze del personale per discutere nel merito i provvedimenti che riguardano il nostro futuro, evitando una militarizzazione forzata che presterebbe il fianco a costosi e lunghi ricorsi amministrativi. La nostra proposta, presentata nei giorni scorsi, è sul tavolo e può essere sicuramente una valida alternativa da perseguire».

«Ovviamente – concludono i sindacati – le nostre iniziative sono solo sospese, ma non esiteremo a riprenderle qualora il Governo non intenda ascoltarci e voglia nonostante tutto confermare il malaugurato intento di militarizzare la Forestale e la sicurezza ambientale».

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.