Meccanismo regolare ma cresce il rischio corruzione

Appalti, Firenze al top per procedure senza gara: ma la tramvia va lo stesso a rilento

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento

Stampa Stampa
Tragedia sfiorata a Novoli lungo i cantieri della tramvia

Lavori pubblici a Firenze

FIRENZE – Negli ultimi anni la maggior parte dei lavori pubblici a Firenze è stata assegnata con procedura negoziata, metodo assolutamente regolare e legittimo, ma con meno garanzie rispetto alla gara d’appalto.

SOPRA LA MEDIA – Negli anni compresi fra il 2011 e il 2014 il capoluogo toscano è in vetta nella graduatoria fra le città metropolitane per appalti assegnati senza una vera e propria gara, con l’87,2% degli affidamenti per importi fra 40 mila e 200 mila euro di valore. Cioè il 27% sopra la media nazionale. A sostenere numeri e dati è il professor Stefano Poli, docente di Sociologia all’Università di Genova, che ha condotto una ricerca a partire dai dati dell’Autorità Anticorruzione e del Censis. Poli punta il dito sulle procedure negoziate che sono ammesse dalla legge, ma che, prevedendo meno garanzie, rischiano proprio di lasciare uno spiraglio aperto ai clientelismi e alla corruzione.

TABELLA – La tabella che mette a confronto le città metropolitane e indica quanto spesso facciano ricorso alla procedura negoziata pone al primo gradino Firenze nel triennio 2011 – 2014. Secondo i dati, nel capoluogo toscano quasi 9 appalti su 10 sarebbero stati affidati con procedura negoziata. Si parla di 2.720 casi su 3.119.

VALORE – La città del Giglio – questo forse il dato più significativo – è di gran lunga in testa tra le città metropolitane prendendo in considerazione il valore complessivo degli appalti: il 50,5% è stato assegnato così per un valore di 271 milioni di euro su 536 milioni totali. La media nazionale secondo questo parametro non supera il 27,5%.

NUMERO – Tornando invece al numero di appalti (e non al loro valore), tra i capoluoghi il primo posto spetta ad Aosta (89,9%), seguita da Trieste (87,6%). Fra le città metropolitane Firenze svetta e al secondo posto c’è Roma: 86,5% con un valore assoluto di 1,6 miliardi di appalti, ossia 4 volte il dato di Milano. Nel capoluogo lombardo l’83,3% degli appalti viene affidato con procedure negoziate, ma per valori percentualmente molto più bassi rispetto a Roma e Firenze: 409 milioni di euro, cioè il 14,3%.

ANTICORRUZIONE – Come segnala l’Anticorruzione, il 60% degli appalti pubblici in Italia vengono affidati con procedura negoziata. «Ma nei grandi comuni – ricorda il professor Poli – si sale all’81%». Quali sono quelli più virtuosi? Tra le città metropolitane al Nord ci sono Genova (79,4%) e Torino (72,6%). E colpiscono i dati relativi alle città del Centro e del Sud: a Napoli siamo al 55,2% per cento per numero di appalti, mentre a Palermo appena 88 procedure negoziate su 759 appalti, cioè l’11,6%.

AUMENTO – Lo studio del professore fa notare anche l’aumento esponenziale del ricorso alla procedura negoziata rispetto al triennio precedente (2007-2010). A Firenze, per esempio, nel settore «Lavori» si è passati dal 28,5% al 94,4%, mentre per i «Servizi» dal 27,2% all’85,5%. Per le «Forniture» infine dal 52,8% al 73,2%. Un dato che vale per tutte le città italiane e che è anche conseguenza dell’innalzamento del tetto massimo previsto dalla legge. A Perugia dallo zero per cento (secondo il dato dell’Anticorruzione) all’88% per quanto riguarda i «Servizi». A Catanzaro per le «Forniture» si è passati da zero al 97% di appalti affidati senza una vera e propria gara.

TRAMVIA – Dunque in nome della rapidità e della velocità dell’esecuzione dei lavori si ricorre sempre più a procedure che offrono minori garanzie di trasparenza. Comunque a Firenze i lavori per le linee 2 e 3 della tramvia vanno a rilento, costringendo i cittadini e i commercianti a enormi disagi in conseguenza dei cantieri che sconvolgono la viabilità di alcune zone della città (Viale Morgagni e Novoli ne sono un esempio).

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.