Dall'antipasto al dolce: ingredienti e tempo di cottura

Cenone di Capodanno: buon 2016 con la straordinaria ricetta di Anna Maria

di Anna Maria Tinti - - Primo piano

Stampa Stampa

cenon2016FIRENZE – Stanno scorrendo veloci le ore del 31 dicembre per poter festeggiare in buona compagnia l’ arrivo dell’ anno nuovo. Per molti sarà pero’ un giorno di lavoro come tutti gli altri, e magari faranno anche piu’ tardi. Non dovranno però privarsi del piacere di invitare a casa nostra  amici e parenti  per poter salutare in allegria l’arrivo del Nuovo anno! Anche se il tempo a disposizione  non sarà molto, non c’è da farsi prendere dal panico. Pertanto propongo un menu’ veloce e facile- completo di antipasto, primo piatto, secondo e dolce – che prenderà poco tempo per la preparazione ma che sarà capace di farvi riempire di complimenti. Auguri!!!

ANTIPASTO : TARTARE DI SALMONE AFFUMICATO

INGREDIENTI, per 4 persone

-2 cipolline fresche

-250 ml di yogurt greco o  crème fraîche

-250 gr di burro ammorbidito

-250 gr di salmone affumicato

-buccia grattugiata di un limone

-1/2 bicchiere di succo di limone

-pepe macinato al momento

-sale q.b.

-capperi e ciuffetti di finocchio per guarnire

-crackers ,grissini, pane tostato per servire

TEMPO DI PREPARAZIONE, 10 min

ISTRUZIONI

Nel bicchiere del frullatore riunire le cipolline tritate, lo yogurt greco e il burro ammorbidito, lavorare fino a che il tutto diventi una crema ben amalgamata.

Aggiungere il salmone ed azionare  fino a che sia  grossolanamente tritato, ma non troppo.

Trasferire questo composto in un contenitore ed aggiungere il succo e la buccia grattugiata del limone; aggiustare di sale e pepe macinato al momento e di erba cipollina tritata.

Mescolare bene tutto e far riposare in frigo.

Al momento di servire, guarnire con capperi e ciuffetti di finocchio e spalmare o accompagnare  con crackers, salatini o pancarrè  tagliato a triangolini e leggermente tostato.

PRIMO PIATTO: BIGOLI AI CARCIOFI

INGREDIENTI, per 4 persone

-400 gr di pasta tipo bigoli o tagliatelle-

-4 Carciof

-250 gr di guanciale o pancetta affumicata

-4 Cucchiai Di Olio extra vergine di oliva

-1 Cipolla piccola tritata

-2 spicchi  di aglio  tritati

-1 Limone

-1/2 bicchiere di vino bianco

-1/4 di lt di brodo vegetale

-2 cucchiai di maggiorana fresca tritata

-parmigiano grattugiato

-sale

-pepe

TEMPO DI PREPARAZIONE, 30 minuti

ISTRUZIONI

Mettere a bollire l’ acqua per cuocere la pasta.

Pulire i carciofi tagliando il gambo e le foglie dure esterne, poi tagliare anche  la punta piu’ dura.

Affettarli a fettine sottili e metterli in acqua acidulata con il succo del limone.

Porre sul fuoco una padella  con l’ olio, la cipollina tritata e l’ aglio tritato, far soffriggere un poco poi unire i carciofi.

Insaporire con pepe e sale, versarvi il vino ed il brodo vegetale e  cuocere coperti per circa 15/20 minuti.

Spruzzare con le foglioline di maggiorana e scolare  dalla padella i carciofi mantenedoli in caldo a parte.

Tagliare il guanciale  a listarelle e farlo dorare a fuoco vivo nella stessa padella,  quindi rimettere i carciofi nella stessa insieme al guanciale.

Quando l’ acqua per la pasta bolle, lessare la pasta al dente, scolarla e versarla nella padella con il sugo; far saltare,  cospargendo con il parmigiano grattugiato e servire.

SECONDO PIATTO :PETTO DI ANATRA AL MIELE

INGREDIENTI, per 4 persone

-2 petti di anatra interi ( 4 meta’ )

-sale pepe macinato al momento

-4 cucchiai di miele

-1/2 bicchiere di marsala secca

-4 cucchiai di aceto balsamico

TEMPO DI PREPARAZIONE, 20 minuti

ISTRUZIONI

Dividere i petti di anatra in due per poter ricavare 4 parti.

Con un coltello affilato praticare delle incisioni dalla parte della pelle.

Condire con sale e pepe dalle due parti.

Mettere al fuoco una padella antiaderente che possa contenere i quattro pezzi di petto; quando e’ calda accomodarvi la carne dalla parte della pelle, e lasciarla cuocere 7 minuti,quindi ridurre la fiamma e terminare la cottura per altri 3 minuti.

Girare i petti e far cuocere l’ altra parte per circa 4/5 minuti.

Trasferire i petti di anatra in un piatto e coprirli bene con carta di alluminio.

Scolare il grasso rilasciato dai petti e buttarlo via o metterlo, se credete, in un vasetto per poterlo usare in altre ricette.

Porre nella padella il miele, il marsala e l’ aceto balsamico e con l’ aiuto di una  spatola far sciogliere i succhi rimasti attaccati sul fondo della padella fino ad averlo staccati il tutto ed aver ottenuto una  salsina leggermente densa.

Rimettere i petti di anatra in padella rigirandoli bene affinche’ la salsina li rivesta e li insaporisca completamente.

Servire subito ben caldi.

DOLCE: NOCIATA

INGREDIENTI

-250 gr di gherigli di noci

-300 gr di miele

-foglie di alloro o ostie per dolci

– a piacere, una puntina di pepe

PREPARAZIONE

Mettere al fuoco una pentola con acqua. Quando bolle versarvi le noci e  sbollentarle.

Scolarle e privarle della pellicina, metterle quindi a d asciugare in forno o in padella antiaderente coperte a fuoco basso e poi tritatele grossolanamente con il tritatutto.

se usate le foglie di alloro lavarle  e metterle ad  asciugare su un panno da cucina.

In un pentolino a fuoco basso versare il miele e farlo caramellare per circa 20 minuti, mescolando spesso per non farlo bruciare.

Il miele dovra’ assumere un bel color rame. Per vedere se sia a giusta cottura  versarne  una goccia su un piatto; si dovra’ solidificare in pochi istanti.

A questo punto aggiungere le noci tritate  e mescolate con energia mantenendo il composto sul fuoco.

Spegnere dopo circa un minuto.

1 – se si usano le foglie di alloro,  inumidire un piano da lavoro con acqua ed unto di olio e stendervi il composto con l’aiuto di una spatola od di coltello o del matterello (anch’essi precedentemente unti con olio), tagliando con un coltello a losanghe della dimensione  delle foglie d’alloro.Riporre ogni losanga tra due foglie di alloro

2- se si usa l’ ostia per pasticceria, versare il composto direttamente sull’ ostia, livellarlo con la spatola unta all’ altezza di 1 cm, farlo freddare e poi tagliarlo a losanghe.

Far  riposare per almeno 12 ore prima di servire

 

 

 

Tag:, , ,

Anna Maria Tinti

Anna Maria Tinti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.