Nuovo fondo da 12 milioni

Italia, lotta allo smog: in bus gratis, in auto a bassa velocità, termosifoni giù

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
smog-firenze

smog-firenze

ROMA – Al termine della riunione con i Governatori e i sindaci delle grandi città, mercoledì 30 dicembre, il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha annunciato che un fondo da 12 milioni di euro sarà subito disponibile per le iniziative dei Comuni sul trasporto pubblico locale e la mobilità condivisa. «Mi auguro che dopo questa riunione si metta fine alla babele dei provvedimenti in materia di smog e che i Comuni si adeguino», ha sottolineato Galletti.

RISORSE – In totale ammontano a 405 milioni le risorse programmate e già disponibili per la strategia di medio periodo contro lo smog nelle grandi città. Galletti ha precisato che 35 milioni sono per la mobilità sostenibile casa-scuola, casa-lavoro, car e bike sharing, pedibus (approvate con il collegato ambientale); 50 milioni per la realizzazione di reti di ricarica elettrica (attraverso il Fondo Kyoto), 250 milioni per l’efficienza energetica in scuole, strutture sportive e condomini (attraverso il Fondo Kyoto), 70 milioni per riqualificazione degli edifici della pubblica amministrazione centrale.

MISURE – Tra le misure proposte bus gratis, abbassamento dei limiti di velocità di 20 km/h nelle aree urbane, abbassamento di due gradi centigradi delle temperature massime di riscaldamento negli edifici pubblici e privati, limitazione dell’utilizzo della biomassa per uso civile dove siano presenti sistemi alternativi di riscaldamento. Per quanto riguarda i bus gratis, è da intendersi come sostegno ai comuni per l’incentivo all’utilizzo del trasporto pubblico locale.

ROTTAMAZIONI – Sono allo studio, inoltre, incentivi per la rottamazioni di auto più vecchie e inquinanti. «È necessario pensare a un fondo straordinario per tutto ciò che serve per rottamare le auto più inquinanti. Incentivare la sostituzione mezzi è importante per ridurre le emissioni», ha spiegato il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini.

DECALOGO – Infine i cittadini sono invitati ad applicare il decalogo predisposto dal Ministero dell’Ambiente

Auto e mezzi pubblici

1 – Usa i mezzi pubblici: evita di andare in auto se puoi

2 – Se proprio devi usare l’ auto, non viaggiare da solo

3 – Se proprio non hai alternative a usare l’ auto, rallenta di almeno 10 km/h rispetto ai limiti di velocità

4 – Non parcheggiare in doppia fila: creare un ingorgo aumenta anche la tua esposizione all’aria inquinata

Riscaldamento

5 – Hai controllato che il riscaldamento fosse spento prima di andare via dall’ufficio?

6 – Chiudi il riscaldamento di casa se vai in vacanza: risparmi e riduci le emissioni

7 – Abbassa il riscaldamento di 1-2 gradi e, se fa freddo, metti un maglione in più

8 – Limita l’ uso della legna per il riscaldamento

Attività all’aperto

9 – Limita le attività sportive all’aria aperta

10 – Tieni al riparo in casa bambini, anziani e chi è affetto da patologie respiratorie nelle ore di maggior traffico.

 

Tag:, , , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Il provvedimento di abbassare il limite di velocità nei centri abitati a 30 km orari sarà quello che ci salverà dalle polveri sottili.
    Si evince chiaramente la competenza in motori endotermici che hanno questi soloni, in quanto il numero di giri del motore varia, a parità di velocità, a seconda della marcia innestata: di conseguenza, con il limite più basso sarà più probabile viaggiare con la seconda inserita, con emissioni pari o maggiori che con i limiti attuali. Se del caso rivedersi il libro dell’ing. Dante Giacosa “motori endotermici” , edizioni Hoepli.

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.