Alla stazione ferroviaria

Omofobia a Castelfiorentino, ragazzo denuncia aggressione: il sindaco va con lui dai carabinieri

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Spara due colpi in aria di notte, denunciato dai Carabinieri di Scandicci

Il fatto è stato denunciato ai carabinieri

CASTELFIORENTINO – Vittima di omofobia. E’ quanto ha denunciato un giovane ai carabinieri di Castelfiorentino affermando di aver subìto una tentata aggressione martedì sera 29 dicembre alla stazione ferroviaria della cittadina. Il fatto è stato denunciato oggi 30 dicembre: ad accompagnare dai carabinieri il ragazzo è arrivato il sindaco in persona, Alessio Falorni.

Secondo il racconto della vittima, scritto sulla propria pagina Facebook, un gruppetto di sei ragazzi lo avrebbe prima deriso appena sceso da un treno in arrivo da Siena e successivamente colpito attraverso il lancio di alcuni sassi. A quanto pare comunque nessuno dei colpi scagliati avrebbe centrato il ragazzo che ha successivamente chiamato i carabinieri.

«Ho voluto far sentire la presenza dell’amministrazione comunale su questa faccenda – ha dichiarato il sindaco Falorni – per due motivi. Il primo è che l’aggressione è a sfondo omofobo: questo ragazzo si è sentito tirare pietre addosso e bollare con epiteti offensivi riferiti alla sua sessualità. Secondo: l’aggressione è avvenuta alla stazione».

«Gli aggressori – ha aggiunto – fanno parte sicuramente di uno di quei gruppetti che frequentano quei luoghi, e che sono alla base della stragrande maggioranza dei problemi legati alla microcriminalità che abbiamo a Castelfiorentino».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.