L'Epifania tutte le feste si porta via, ma lascia una calza assai piena

Befana 2016 a Firenze e in Toscana: ecco il ricchissimo calendario degli eventi del 5 e 6 gennaio

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Primo piano, Spettacolo

Stampa Stampa
Cavalcata dei Magi (Opera di Santa Maria del Fiore, foto Becattini)

Cavalcata dei Magi (Opera di Santa Maria del Fiore, foto Becattini)

FIRENZE – Arriva la Befana, ossia l’Epifania che tutte le Feste si porta via; almeno, però, porta anche una buona quantità di eventi diurni, specie per i più piccini, e una sorta di week end aggiuntivo per gli adulti, che il 5 possono tirar tardi impunemente. Vediamo dunque cosa offrono di ricreativo la città e i dintorni.

Lago dei cigni – Al Teatro Verdi (via Ghibellina 99, Firenze; ) martedì 5 alle 20.45 va in scena «Il Lago dei cigni» col Balletto di Mosca “La classique”; direttore Elik Melikov; musiche di Pëtr Il’ic Cajkovskij; coreografie di Marius Petipa.

Bella addormentata – Al Teatro della Pergola (Via della Pergola 18-30; tel. 055 0763333) martedì 5 alle 20.45 il New Classical Ballet of Moscow, fra costumi e scenografie da favola, danza «La bella addormentata» sulla musica di Pëtr Il’ic Cajkovskij.

Cristina D’Avena – Al Viper Club (Via Lombardia, Firenze; tel. 055 019 5912) martedì 5 alle 22 sigle di cartoons a gogò con l’inestinguibile Cristina D’Avena, sulla breccia da quando cantò «Il valzer del moscerino» allo Zecchino d’Oro 1968.

Cucina sonora – Al Combo Social Club (via Mannelli, 2, Firenze; ingresso libero) martedì 5 alle 22 sul palco c’è «Cucina sonora», ovvero Pietro PDR Spinelli al piano e Synth per un concerto di musica elettronica e musica classica ben amalgamate per palati fini.

Cappello di paglia di Firenze – al Teatro Le Laudi (via Leonardo da Vinci 2r; 055 572831) mercoledì 6 alle 17 va in scena un adattamento dell’esilarante farsa di Eugène Labiche «Un cappello di paglia di Firenze», alla cui prima, nel 1851, uno spettatore morì dal ridere. Le musiche originali sono composte ed eseguite dalla bravissima Lisetta Luchini.

Il Mago di Oz – Al Teatro Puccini (via delle Cascine 41, tel. 055 362067) martedì 5, ore 16.45 e 21, e mercoledì 6 ore 16.45 ENTR’ARTe / Compagnia MDTeatro presenta «Il Mago di Oz» di L. Frank Baum nell’adattamento e regia di Italo Dall’Orto con musiche originali di Gionni Dall’Orto, che sono anche fra gli interpreti, insieme all’attrice e violista Erika Giansanti e ai ballerini professionisti del Centro Studi Danza e Movimento di Firenze.

Il Giornalino di Gian Burrasca – Al Teatro di Rifredi (Via Vittorio Emanuele II, 303, Firenze; 055 4220361 – www.toscanateatro.it; 10 / 8 euro) come da tradizione martedì 5 e mercoledì 6 alle 16.30 va in scena «Il Giornalino di Gian Burrasca» di Vamba nella riduzione teatrale di Angelo Savelli , con Luca Amoroso, Giacomo Bogani, Lorenzo Micheli, Diletta Oculisti

Sussi e Biribissi – Al Teatro Reims (Via Reims 30, Firenze; tel. 366 3706626; posto unico 5 euro; prevendita Box Office) mercoledì 6 gennaio alle 16.45 lettura scenica di «Sussi e Biribissi» di Collodi Nipote, nell’adattamento e con la regia di Claudio Spaggiari, con la Compagnia delle Seggiole. Un “Viaggio al centro della terra” partendo dalle fogne di Firenze, con tutti i guai che si possono immaginare.

Favole al telefono – Al Teatrodante “Carlo Monni” di Campi Bisenzio (Piazza Dante 23; www.teatrodante.it) mercoledì 6 alle 18.15 si recitano le «Favole al telefono» di Gianni Rodari nell’adattamento teatrale di Angelo Savelli.

Prezzemolina e Il maestro corniciaio – Al Teatro della Pergola (Via della Pergola 18-30; tel. 055 0763333) mercoledì 6 alle 14.45 «Maestro corniciaio all’opera!», laboratorio gratuito per bambini; alle 10.45 e alle 15.45 la popolare novella toscana «Prezzemolina» viene presentata nella revisione teatrale di Massimo Mattioli (biglietti 8 / 6 euro).

La cavalcata dei Magi – Il 6 gennaio l’Opera di Santa Maria del Fiore organizza anche quest’anno la Cavalcata dei Magi, che riporta in auge una tradizione del XV secolo. Magi e figuranti assortiti, in sontuosi abiti di seta che si ispirano a quelli dei personaggi dell’affresco di Benozzo Gozzoli nella cappella di Palazzo Medici Riccardi. , partiranno da Piazza Pitti alle 14 per arrivare in Piazza Duomo alle 15. Qui, dopo lo scoppio della colubrina, i Re Magi deporranno i loro doni ai piedi del presepe vivente. Sarà presente il Cardinale Giuseppe Betori.

Lo stesso affresco di Benozzo Gozzoli ispira la cavalcata dei Magi di Borgo San Lorenzo, che però si tiene sabato 9 gennaio: nel parco di Villa Pecori Giraldi dalle 14.30 si susseguiranno le rappresentazioni e gli spettacoli del Gruppo Rinascimentale della Scuola “Giovanni della Casa”, dei rappresentanti del “Teatro Idea” e dei Nobili Balladori di Santa Barnaba di Scarperia. Poi si snoderà il corteo storico per le vie del paese accompagnato delle esibizioni dei Bandierai e Musici di Castel San Barnaba. Alle 17 ingresso solenne nella Pieve di San Lorenzo con deposizione dei doni al Bambinello seguito dal concerto dei solisti di Capriccio Armonico.

Befana del vigile urbano – Sempre a Firenze, mercoledì 6 c’è la Befana del vigile urbano, organizzata in collaborazione con la Polizia Municipale, il Comune e la Presidenza del Consiglio Regionale: si inizia col raduno delle auto d’epoca nel piazzale delle Cascine alle 9.15; poi la carovana di auto partirà alle 10.30 per dirigersi in Piazza della Repubblica, sostando nei tre incroci dove i Vigili Urbani con la divisa storica dirigeranno il traffico dalle pedane. Un altro gruppo di auto d’epoca (oltre al coloratissimo taxi Milano25 con Caterina Bellandi) si troverà direttamente all’ospedale Mayer con la Befana per la visita ai bambini ricoverati. La Befana verso le 11, con la Torpedo Blu del CAMET, partirà per Piazza della Repubblica, dove assieme al Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani distribuirà doni ai bambini presenti. Le auto d’epoca resteranno esposte in Piazza della Repubblica fino alle 13; ingresso libero.

Befana dei Vigili del fuoco a Firenze – Alle 10.30, all’Ospedale pediatrico Meyer, la Befana dei Vigili del fuoco volerà in alto e si calerà sopra i padiglioni del nosocomio per consegnare doni ai piccoli degenti.

Befana dei Canottieri Comunali – Il 6 gennaio dalle 10 alle 12 va in canoa sull’Arno la Befana dei Canottieri Comunali di Lungarno Ferrucci, che distribuirà gratuitamente ai bambini circa 300 calze messe a disposizione dall’Esselunga. Inoltre grandi e piccoli potranno viaggiare in Arno a bordo del Dragon Boat, l’imbarcazione da 20 pagaiatori, un timoniere e un tamburino a prua che dà il ritmo, guidata dalle Donne in Rosa legate alla Lilt, l’associazione per la lotta ai tumori, e dalle atlete della squadra femminile biancorossa della Comunali Firenze, tutte ovviamente vestite da Befana. Quest’anno sarà allestita intorno al dragone con la Befana una vera e propria “parata” di imbarcazioni in alcune delle quali troveranno posto anche gli atleti più rappresentativi della società, come la campionessa del mondo di discesa Costanza Bonaccorsi e il campione del mondo junior di k4 Tommaso Freschi. Per tutti i presenti anche panettone, spumante, dolci vari e vin brulè. Gloriosi e benemeriti Canottieri Comunali, per il sesto anno consecutivo in cima alla classifica delle 350 società italiane consimili; speriamo non li sfrattino.

Rufina – La Befana si festeggia a teatro, di mattina: mercoledì 6 gennaio alle 10.45 al Piccolo Teatro c’è lo spettacolo, offerto dall’Amministrazione Comunale di Rufina, «La grande sfida tra il Riccio e la Lepre», portato in scena da Il Teatro Glug. Al termine dello spettacolo arriveranno alcune Befane che distribuiranno un piccolo dono ai bimbi. L’ingresso al teatro è libero.

Befana a Barga – La festa in onore della Befana inizia già nel pomeriggio del 5 gennaio a Barga (Lucca): la “vecchietta” parte dalla sua casetta di legno a Pegnana, sulla montagna barghigiana, per arrivare nel centro, dove troverà ad attenderla centinaia di bambini in costume da “befanotto”. Alle ore 21 il grande falò e la serata in costume; poi ancora festa con eventi il giorno dopo.

Castelfiorentino – Qui, al termine della caccia al tesoro “Inseguendo la Befana” in piazza del Popolo (raduno mercoledì 6, ore 14.30), ci saranno l’arrivo dei Re Magi ed il lancio delle mongolfiere.

Contignano – Anche a Contignano (Comune di Radicofani, in Val D’Orcia) mercoledì 6 si mette in scena l’arrivo dei Magi in un presepe vivente. Attori sono gli abitanti del Borgo; a interpretare Gesù neonato, come da tradizione, è il bambino più piccolo del paese. Il tutto tra fiaccole e musica.

Follonica – Qui doppio appuntamento con la Befana mercoledì 6. Il Comitato Carnevale Rione Senzuno, con il patrocinio del Comune di Follonica, ha organizzato “Arriva la Befana Senzuno”. Alle 11 la vecchina arriverà in piazza Portogallo accompagnata da un pony mentre verso le 16, scortata da un corteo di Fiat 500, raggiungerà piazza Sivieri.

Lucca – Qui l’appuntamento è alle 15 in Piazza San Francesco, dove saranno distribuiti i “befanotti”, dolci tradizionali del 6 gennaio. Intorno alle 16 la Befana scenderà dall’alto (con l’aiuto dei Vigili del Fuoco) e distribuirà ben 1.800 calze di dolci. Il tutto gratuitamente.

Pistoia – Qui la tradizionale Befana dei Vigili del fuoco si calerà dal campanile (alto 66 metri)  in piazza del Duomo mercoledì 6 gennaio alle 16.30.

Prato – La Befana porterà in regalo doni ai bambini in piazza delle Carceri e agli anziani ricoverati nelle case di riposo mercoledì 6 dalle 10 alle 12, ma si calerà anche dal campanile del Duomo alle 18 (sempre quella dei pompieri, naturalmente).

Treno della Befana a San Piero a Sieve – Da Firenze Santa Maria Novella mercoledì 6 alle 9 parte il Treno della Befana, convoglio d’epoca diretto a San Piero a Sieve (FI). All’arrivo la Proloco di San Piero a Sieve offrirà rinfresco e intrattenimento per tutti i passeggeri e i visitatori. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Toscana treni storici Italvapore.

 

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.