La vittima aveva 75 anni

Livorno: pensionato muore travolto da un’auto pirata. Caccia all’investitore. Che poi confessa

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

I carabinieri di Pistoia hanno arrestato padre e figlio per aver cercato di uccidere un connazionale albaneseLIVORNO – Un pensionato livornese di 75 anni, Alessio Pianezzoli, anni è morto sul viale Ippolito Nievo travolto da un’auto che si è data alla fuga. I carabinieri stanno cercando di risalire all’autore dell’investimento. La tragedia si è consumata prima dell’alba, attorno alle 5 di oggi 6 gennaio.

La vittima, che non aveva con sé documenti d’identità, è stata identificata con difficoltà anche a causa delle condizioni in cui era stato ridotto il suo corpo dall’incidente. Sul posto, oltre ai sanitari, sono appunto intervenuti i carabinieri avvisati da una chiamata fatta con un telefono cellulare da un uomo che non ha dato le generalità.

I militari hanno però rintracciato l’autore della chiamata, che è stato portato in caserma per essere sentito insieme a un altra persona. Sul luogo dell’incidente sono stati recuperati pezzi di carrozzeria per cercare di risalire alla vettura pirata e quindi alla persona che era alla guida. Sul posto anche un’ambulanza della Misericordia con medico a bordo che non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

AGGIORNAMENTO DELLE 13,00

L’investitore del pensionato di  travolto e ucciso a Livorno ha confessato ai carabinieri le proprie responsabilità. Si tratta di un ventiquattrenne: era stato lui a dare l’allarme ma non
aveva fornito le generalità. Il giovane era stato però rintracciato dai militari, che lo hanno poi interrogato in caserma.

 

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.