Aveva 81 anni

Firenze: è morto Galeazzo Auzzi. Era stato il pittore dei Papi. L’ultimo lavoro: il crocifisso per Francesco

di Redazione - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Il Crocifisso d'argento: l'ultimo lavoro di Galeazzo Auzzi

Il Crocifisso d’argento: l’ultimo lavoro di Galeazzo Auzzi

FIRENZE – E’ morto Galeazzo Auzzi, noto per i suoi ritratti di papi, santi e beati. Aveva 81 anni. Era nato a Firenze, nel quartiere di Santo Spirito, il 4 marzo 1934 e si era formato come autodidatta, dedicandosi alla pittura e alla scultura. Nonostante la malattia che lo affliggeva da tempo, ha lavorato fino a poche settimane fa: il suo ultimo lavoro è un crocifisso per Papa Francesco, che lo stesso pontefice ha benedetto durante la visita a Firenze, lo scorso 10 novembre. Sempre di recente aveva eseguito un crocifisso d’argento realizzato per la parrocchia fiorentina di Santa Maria a Coverciano.

Per il Giubileo del 2000, Auzzi eseguì dieci ritratti di pontefici (da Papa Pio IX a Papa Giovanni Paolo II), oggetto di una mostra itinerante in dieci città italiane. I quadri sono ora esposti all’Opera Madonnina del Grappa di don Giulio Facibeni. Il suo lavoro è stato caratterizzato fin dall’inizio da quella “tecnica a muro” in cui è lo stesso artista ad impastare i colori e le terre mentre, sul versante rappresentativo, hanno piena libertà le storie di cavalli e cavalieri che gli sono care.  Auzzi era anche famoso come autore della “Stele dell’Amicizia”, monumento in bronzo agli Angeli del Fango (1976), in Piazza Poggi, voluto dal Comune di Firenze per rendere omaggio all’operato dei tanti giovani accorsi da tutto il mondo a risollevare la città dai danni immani dell’alluvione dell’Arno del 4 novembre 1966. Sempre a quella tragedia, la mattina del 4 novembre di 50 anni fa, eseguì, sull’anta di un armadio, la “Madonna dell’Alluvione”, poi esposta sulla facciata del campanile della parrocchia di San Pietro in Palco.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.