Ha lasciato lo stadio da una porta secondaria

Fiorentina: Andrea Della Valle contestato da un gruppo di tifosi

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Il patron viola Andrea Della Valle oggi a Montecarlo

Il patron viola Andrea Della Valle: ha dovuto lasciare lo stadio da una porta secondaria

FIRENZE – Doveva essere la gara per chiudere il girone di andata da campione d’inverno (anche se per una notte, in attesa delle gare di Inter e Napoli), invece la Fiorentina al Franchi contro la Lazio subisce la quinta
sconfitta in campionato. Un ko che ha fatto arrabbiare un gruppo di tifosi viola, visto che al termine della gara hanno atteso il patron Andrea Della Valle (il fratello Diego era già andato via rilasciando un breve pensiero “Non siamo contenti”) all’uscita dello stadio gridandogli tutto il malcontento per un mercato ancora fermo a zero con una squadra che è al secondo posto e può lottare per lo scudetto. Un episodio che ha costretto Andrea Della Valle a  rientrare dentro lo stadio e poi lasciare il Franchi in auto da un’altra uscita.

“Questa sera siamo dispiaciuti doppiamente, per aver perso e perché il presidente Andrea Della Valle stava uscendo dallo stadio e qualcuno è riuscito ad accusarlo di non fare niente da 15 anni: sono cose che feriscono – ha commentato il ds dei viola Daniele Pradè -. E’ una minoranza, è vero, ma capisco l’amarezza di una persona che ci mette tutto: anima, cuore, e tanti soldi. E’ un’amarezza grande. L’identità con questa città è talmente grande che non possiamo comprometterlo per poche persone”.

Sul mercato della Fiorentina il dirigente viola ha poi aggiunto che “tutti sanno che Lisandro Lopez era il nostro vero
obiettivo, è il segreto di Pulcinella. Noi potevamo programmare tutto, tranne che si infortunasse Luisao, difensore e uomo-squadra del Benfica. Non abbandoniamo, siamo sereni, nel calcio mondiale tutti gli acquisti vengono
fatti negli ultimi dieci giorni”.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.