Al Tribunale di Grosseto

Grosseto, Isole Formiche: processo per la morte dei sub aperto e subito rinviato al 5 marzo 2016

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
L'isolotto delle Formiche di Grosseto

L’isolotto delle Formiche di Grosseto

GROSSETO – Aperto, ma subito rinviato per alcune questioni preliminari, il processo per la morte dei tre subacquei dell’Umbria avvenuta il 10 agosto 2014 alle Isole Formiche di Grosseto. Imputati sono Andrea Montrone e Maurizio Agnaletti, rispettivamente titolare e collaboratore del diving Abc di Talamone (Grosseto), dove i sub noleggiarono le bombole di aria, che poi, dagli accertamenti, risultarono contenere una quantità letale di monossido di carbonio. I due dovranno rispondere di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose per la morte di Fabio Giaimo, Gianluca Trevani e Enrico Cioli, deceduti durante l’immersione proprio per il monossido nelle bombole noleggiate la mattina stessa.

Nell’udienza odierna il giudice Giovanni Muscogiuri ha accolto la richiesta del pm Salvatore Ferraro di attendere l’esito di un ricorso presentato alla Cassazione da Daniela Lucciola, co-indagata, a quel tempo amministratore delegato della società che gestisce il diving. Prossima udienza il 5 marzo 2016.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.